La Terra Trema. A Milano

segnalato da barbarasiberiana

A MILANO LA TERRA TREMA: COLTIVARE SOGNI E CAMPI

di Domenico FiniguerraIl Fatto Quotidiano, 15 settembre

Negli ultimi anni è cresciuta moltissimo l’attenzione al cibo e al vino di qualità.

Sono cresciuti mercati, sono cresciuti consumi, sono cresciute aziende che praticano “un’altra agricoltura” e “un’altra viticoltura” rispetto a quella che ci viene presentata quotidianamente nei centri commerciali.

Purtroppo, però, spesso si tratta di mercati di nicchia, poco o per nulla accessibili ai forzati dell’hard-discount. Prodotti per una élite che difficilmente potranno essere gustati da “tutto il popolo”. Anche per indagare e capire meglio le dinamiche di questa nuova (o meglio vecchia) agricoltura emergente, da anni a Milano si tiene una rassegna che, partita lenta, è oggi diventata un momento importantissimo di relazioni e approfondimento.

Con largo anticipo, per dare modo a tutti di organizzarsi e prenotare biglietti del treno o aerei o per allertare i propri amici per chiedere ospitalità, presentiamo l’ottava edizione de “La Terra Trema”.

Una manifestazione meditativa, frizzante e resistente. Che accoglie agricoltori e agricoltrici, vini e vignaioli di qualità, contadini resistenti provenienti da tutta Italia: tre giorni di degustazioni individuali e guidate; dibattiti e confronti pubblici; incontri informali con i produttori; acquisti diretti; concerti, proiezioni, cene a filiera diretta.

Dal 2005 si ritrovano nel cuore di Milano, al centro sociale Leoncavallo, le mille storie di agricolture partigiane e ribelli; storie di rivolta di chi abita territori assediati da cemento, capannoni, infrastrutture devastanti calate dall’alto; elaborazioni condivise e partecipate delle politiche alternative che stanno nascendo in quei luoghi minacciati, in quei luoghi dove nascono comunità nuove, consapevoli e aperte.

Nel decennale della morte del suo primo seminatore, Gino Veronelli, la La Terra Trema ed i suoi ideatori/animatori, i ragazzi e le ragazze del Folletto 25603 (centro sociale autogestito di Abbiategrasso, casello ferroviario sulla linea Milano-Mortara) calano questo ottavo appuntamento nel bel bezzo dei preparativi di Expo2015. Esempio lampante della contraddizione tra “predica e razzolamento”.

“Nutrire il pianeta, energia per la vita”: questo lo slogan con cui Milano si è aggiudicata l’esposizione universale.

Tangenti, cemento, devastazione degli ultimi parchi della cintura di Milano: queste le pratiche concrete.

Il 28, 29, 30 novembre 2014, la TERRA TREMA al Leoncavallo.

http://www.laterratrema.org

2 comments

  1. labuonascuola

    NAPOLI
    Furti e devastazione al Galiani occupato: 200mila euro di danni. Cortese: «Bocciamoli»
    Rubati computer e lavagne elettroniche, danni alle porte, il blitz con l’occupazione degli studenti. Il segretario della Commissione Scuola: «Serve soluzione drastica, bocciamoli tutti»
    Computer e lavagne elettroniche sono state rubate queste notte da sconosciuti all’Istituto tecnico commerciale Ferdinando Galiani in via Don Bosco. Dalle aule sono stati asportati 31 computer, ed altrettante Lim, lavagnette interattive multimediali. I ladri hanno anche devastato la scuola, rompendo fotocopiatrici e danneggiando alcune porte. Sul furto ed il raid teppistico indagano gli agenti del Commissariato Vasto-Arenaccia. Danneggiato fotocopiatrici, porte ed arredi della scuola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...