Venti LIBERI

segnalato da n.c.60

venti+libera+immagine_opt

Sabato 21 marzo

Il percorso del corteo
Partenza alle ore 9,30 da Via Andrea Costa 174, zona antistante lo Stadio Renato Dall’Ara
Percorso: Via Andrea Costa, Via Sant’Isaia, Via Barberia, Via Carbonesi, Via Farini, Piazza Galvani, Via Archiginnasio, Piazza Maggiore, Piazza Nettuno, Via Indipendenza, Via Irnerio.
Arrivo in Piazza VIII Agosto. Verranno letti tutti i nomi delle vittime delle mafie, delle vittime del rapido 904, delle stragi del 2 Agosto 1980, a Bologna e di Ustica il 27 Giugno 1980.
Interventi di un familiare delle vittime e dei presidenti di Libera e di Avviso Pubblico.

* Ore 14,30 – ­17,00: seminari tematici, spettacoli teatrali e proiezioni cinematografiche
* Ore 15,00  iniziativa in ricordo delle vittime della strage di Ustica presso il Museo della Memoria
* Ore 16,00 iniziativa in ricordo delle vittime della strage del 2 Agosto presso la Stazione di Bologna
* Ore 17,30, “Venti Liberi”, la festa per i venti anni di Libera, presenta Filippo Solibello, sarà presente don Luigi Ciotti. Presso Aula Magna di Santa Lucia, Università di Bologna.

Nella homepage di Libera tutte le info.

7 comments

  1. Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, incontrando il ministro del lavoro Giuliano Poletti durante la marcia antimafia a Bologna, gli lancia una frecciata: ”L’unica legge che è passata subito è quella sulla responsabilità civile dei magistrati”. Accanto al presidente del Senato Pietro Grasso, il ministro del Lavoro si smarca con piglio renziano. Sorride e risponde: “Le leggi arrivano tutte“. Poi dal palco di piazza VIII agosto, davanti a 200 mila persone, il sacerdote prosegue il suo attacco alla politica: “Ho l’impressione che ci sia chi non voglia una legge chiara e radicale sulla corruzione”.

    http://tv.ilfattoquotidiano.it/2015/03/21/poletti-strigliato-da-don-ciotti-fretta-solo-su-responsabilita-magistrati-e-lui/352217/

    1. Strano
      Solitamente il governo italaliano, con i “don” va perecchio d’accordo
      Sia quelli con la mitra, che quelli con il mitra

      È ciotti ad avere un “don” di troppo nel nome

  2. Alla vigilia della manifestazione antimafia, attesa per il 21 marzo a Bologna, Don Luigi Ciotti, presidente di Libera, torna sul tema della corruzione. “Mafie e corruzione sono due facce della stessa medaglia”, ha detto a margine della seduta del consiglio comunale del capoluogo emiliano per ricordare le vittime innocenti delle mafie. E su questo punto, da parte del Governo, “ci sono stati passaggi da sottolineare, importanti e positivi, ma ci sono anche ombre, ritardi e compromessi. Mi inquieta molto – ha poi aggiunto – che si sia fatto in fretta ad approvare la responsabilità civile dei magistrati e invece, da anni, non si riesce ad avere una legge sulla corruzione“. Il fondatore di Libera ha poi definito le dimissioni del ministro Maurizio Lupi un “atto di dignità”, perché “se ci sono delle ombre, chi ha dei ruoli di responsabilità nella politica deve mettersi subito da parte”.

    http://tv.ilfattoquotidiano.it/2015/03/20/ciotti/352003/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...