La bamboletta spiona

Barbie

di Nammgiuseppe

Quando ho letto il titolo dell’articolo, ‘Barbie la spia’, mi è venuto spontaneo chiedermi cosa fosse emerso di nuovo a proposito di Klaus Barbie, il “boia di Lione”. Poi, non senza notevole sorpresa, mi sono reso conto che il testo parlava della famosissima bamboletta, oggi un po’ meno protagonista sul mercato.

E per riportarla agli antichi allori, la Mattel si è inventata una riedizione, ‘Hello Barbie’, che non solo parla, ma conversa con le felici proprietarie; e non solo conversa, ma trasferisce via rete il contenuto delle conversazioni a un database della società, al fine di sviluppare ulteriormente il prodotto per una sempre più efficace interazione personalizzata con le bimbe (e le famiglie delle bimbe, e le ospiti delle bimbe).

Cosa c’è mai di male? Proprio nulla per chi crede che l’industria abbia come suo unico fine la soddisfazione del cliente nella più assoluta tutela della riservatezza. Moltissimo, invece, per i soliti diffidenti che temono (non senza qualche solido motivo) che quanto le anime innocenti di pargoli e pargole ingenuamente raccontano finisca nella disponibilità di chi quelle anime innocenti ha tutto l’interesse a sfruttare a scopo di (ulteriore) lucro, ma anche, e peggio, che finisca nelle mani del governo, perché ne ricavi quei dati di pervasiva sorveglianza che tanto gli stanno a cuore. In fondo, quale fonte migliore di una bimbetta che, illusoriamente in grandissimo segreto, confida con grande orgoglio alla sua Barbie: “Sai, mio papà è comunista!”

La traduzione dell’articolo originale è qui:

http://znetitaly.altervista.org/art/17251

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...