“Avanti tutta”

Segnalato da transiberiana9

ITALICUM, OPPOSIZIONI VIA DA COMMISSIONE. FI, SEL, LEGA E FDI: PD SE LO VOTI DA SOLO.

Aventino di tutti i gruppi di minoranza che si aggiungono al M5s. Guerini: “Mi sembra più una cagnara”. Renzi: “Avanti tutta, sostituire i commissari?Necessario per la democrazia”

Ilfattoquotidiano.it, 21/04/2015

L’Italicum se lo voti da solo il Pd. Anzi, neanche tutto. Leopposizioni abbandonano i lavori della commissione Affari costituzionali della Camera. Insieme al Movimento Cinque Stelle si mettono fuori anche Lega Nord, Sel, Fratelli d’Italia e Forza Italia (che finora aveva sempre votato la riforma elettorale negli altri passaggi parlamentari). Così si intrecciano il caos interno al Pd culminato con la sostituzione “ad hoc” di 10 commissari contrari all’Italicum (tra questi Bersani, Cuperlo e Bindi) e l’annuncio di una battaglia parlamentare che si annuncia più complicata del previsto per la maggioranza e in particolare per Matteo Renzi. Il capo del governo e segretario del Pd definisce “necessaria per la democrazia” la sostituzione dei deputati in commissione, mentre il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi aggiunge che le minoranze hanno “poca dimestichezza con le regole della democrazia, non capisco questo atteggiamento”.

“Lasceremo al Pd tutta la responsabilità di approvarsi in Commissione l’Italicum blindato – spiega il capogruppo berlusconiano Renato Brunetta – a disonore del Partito democratico stesso”. Come già successo in altre occasioni si è formato, sulla questione, un inedito asse con Sel: “Non siamo abituati alle farse – dice il presidente dei deputati vendoliani,Arturo Scotto – E’ un fatto senza precedenti, è evidente che Renzi tratta la commissione come una sezione del Pd”. PerCristian Invernizzi (Lega Nord) nessuno ha voglia di “mischiarsi ai burattini di Renzi e di fare il loro gioco”. Secondo i regolamenti parlamentari di Montecitorio con l’abbandono dei lavori della commissione, cadono anche gli emendamenti proposti dalle opposizioni che rappresentano la gran parte dei 97 ammessi in votazione. Fratelli d’Italia, ha spiegato Ignazio La Russa, lascerà la commissione dopo aver illustrato le proposte di modifica. In questo modo si arriverà ancora più velocemente all’approvazione del testo.

Il Pd non sembra preoccupato, anzi: “L’Aventino non lo capisco – dice il vicesegretario Lorenzo Guerini – la commissione viene convocata secondo tempi e procedure sempre applicate, non c’è nessuna forzatura. Mi pare ci sia solo la volontà di fare un po’ di cagnara. La verità è che c’è qualcuno che non sa come spiegare come si fa a non votare una legge già votata in Senato e che ora è identica in commissione alla Camera”. Il riferimento è in particolare a Forza Italia che nel corso dei mesi ha contribuito a scrivere e ha accettato le successive modifiche alla riforma elettorale, con tanto di incontri tra Renzi e Silvio Berlusconi in persona. “Oggi fa scelte differenti, ma non sul merito della legge, e si è chiamata fuori scegliendo una deriva polemica non utile a Fi stessa”.

Il presidente della commissione Francesco Paolo Sisto (Forza Italia) ha sospeso i lavori per un’ora per vedere se i gruppi di opposizione ci ripensano, ma la Boschi ha assicurato che “se non dovessero rientrare proseguiremo con i lavori perché sono nove anni che aspettiamo di avere una nuova legge elettorale. La scelta di alcuni gruppi non possa interrompere un percorso di riforme che la maggioranza e il governo hanno diritti a portare avanti”.

In mattinata Guerini e Renzi avevano incontrato una delegazione di Scelta Civica, guidata dal segretario (e sottosegretario all’Economia) Enrico Zanetti. Quel che resta dei montiani, che lunedì avevano fatto capire che avrebbe disertato i lavori, ci hanno ripensato: resteranno in commissione e discuteranno i loro emendamenti perché “la legge elettorale sia migliorabile ma non invotabile“. Il Pd continua a cercare partiti-nanetti di maggioranza per rinsaldare il pacchetto di voti: tra i corteggiati c’è anche Per l’Italia-Centro Democratico.

Nel frattempo è stata ufficializzata la sostituzione dei 10 deputati Pd in commissione Affari costituzionali che non sono d’accordo con la linea del partito decisa nella direzione del Nazareno e poi ribadita nell’assemblea dei parlamentari democratici di Montecitorio. Ad essere sostituiti sono Pier Luigi Bersani, Gianni Cuperlo,Rosy Bindi, Andrea Giorgis, Enzo Lattuca, Alfredo D’Attorre, Barbara Pollastrini, Marilena Fabbri, Roberta Agostini e Marco Meloni. “Chi grida allo scandalo perché alcuni deputati sono sostituiti – scrive Matteo Renzi in un post su facebook – dovrebbe ricordare che è non solo normale ma addirittura necessario se crediamo ai valori democratici: si chiama democrazia quella in cui si approvano le leggi volute dalla maggioranza, non in cui vincono i blocchi imposto dalle minoranze”. D’altra parte “ci hanno insegnato che quando si vota all’interno di una comunità si rispettano le decisioni prese assieme”. I nuovi commissari Pd sono David Ermini, Alessia Morani,Giampaolo Galli, Franco Vazio, Stefania Covello, Paola Bragantini, Stella Bianchi, Maria Chiara Gadda, Edoardo Patriarca e Ileana Piazzoni.

L’ex presidente del partito Gianni Cuperlo parla di “un episodio che credo abbia pochi precedenti nella cronaca parlamentare. E’ successo in passato che un singolo parlamentare sia stato sostituito in commissione, ma qua siamo di fronte a unasostituzione di massa. E’ un precedente che forse dovrebbe fare riflettere. Io non ho mai chiesto all’assemblea del mio gruppo di essere sostituito nella commissione”.

Annunci

108 comments

  1. cari transiberiani,
    leggo da mesi i vostri dialoghi con m2c e, oltre a non capire il vs diverso approccio fra il suddetto e danielex, (due attacchini, il secondo infamato ad ogni commento mentre con il primo si cerca il confronto, vabbeh) vi devo confessare che non capisco neppure il vostro stupore per le posizioni politiche che manifesta.
    È il risultato di decenni di voto turandosi il naso, è un prodotto che l’accanimento terapeutico di molti di voi con il pd ha dato come risultato, direi che lo avete visto crescere anno dopo anno distogliendo lo sguardo imbarazzati, puntando il dito verso berlusconi ed il resto della combriccola per giustificarvi, per superare l’imbarazzo.
    il mio non vuole essere un “j’accuse” nei vostri confronti, ma un appello a rescindere questo benedetto cordone ombelicale, a strappare l’ultimo velo, prendere finalmente coscienza di cosa sia il pd, e come lo sia sempre stato. Non un repentino cambiamento che vi ha colti alla sprovvista “tradendo” il vostro voto.
    Il tradimento presuppone un agire di nascosto, un mentire sulle proprie reali intenzioni, un repentino cambio di atteggiamento.
    Diverso è continuare a perdonare il partner che continua a farti le corna od a metterti le mani addosso, il continuare a giustificarlo.
    lui sicuramente sbaglia, ma non ti tradisce, è fatto così, lo sbaglio è tuo che continui a rimanergli a fianco.

    quindi basta discorsi sul pd che fu o dovrebbe essere, le critiche vanno ad un governo che può non piacervi per quello che fa, o non fa, non perché “ha tradito”.

    ed alle prossime elezioni, come ha scritto barbara meglio votare il partito sardo d’azione

    1. condivido tutto tranne il “sempre stato” la metamorfosi è riscontrabile… l’abbandono della classe operaia (scusa il termine obsoleto), la scalata dei democristiani (margherite attualmente al comando) e la caduta verticale del numero degli iscritti al fu siccome immobile “Partito” sono lì a dimostrarlo. Ci sarebbero altri punti ampiamente riportati da Antonio in passato, ma mi fermo qui. (sono “oltre” le 3 righe).

      1. credo che se potessimo fare un cartellone “pro” “contro”, la colonna di destra avrebbe molti più elementi dell’altra (guarda caso a sinistra)
        come spesso dico, non confondere iscritti, militanti ed intermedi con la dirigenza e gli effetti “governativi”

        p.s. la mia mail è apparsa un sacco di volte nei post (sono parecchio distratto) ma se vuoi la metto di nuovo

        1. non confondo ma è giusto fare dei distinguo, con è “sempre stato” si rischia un ‘fascio’. La prima stagione dell’Ulivo oppure (esperienza vissuta in prima persona) la “primavera” di Bassolino sindaco di Napoli son “cose” pro non da poco. L’essere non all’altezza (si fa per dire) dell’avversario, del re mida all’inverso (berlusconi) è un contra schiacciante da ascrivere a dalema che come scrivevo sopra preferì lo yacht club alla fabbrica.

          Sei su gmail se non ricordo male.

    2. Parlo per me.
      io non è che sono stata “colta di sorpresa”
      io sono una che ha spesso fatto ricorso al “voto utile”.
      ho votato pd (e suoi predecessori) per paura di buttare il voto. A dispetto di quanto ha sempre detto in campagna elettorale (cose di sinistra che peraltro ho sempre condiviso) il partito è sempre stato troppo “molle”, alla prova dei fatti troppo sbilanciato verso il centro per i miei parametri (es. i pacs che non sono mai stati approvati), in teoria avrei dovuto votare qualcosa più a sx, ma siccome mi è capitato di votare partiti poi rimasti fuori dal parlamento mi sono adattata a votare il partito del “vorrei essere di sinistra ma non posso”.
      Ho dato l’ultima chance alle ultime politiche, ma solo per il senato (alla camera ho votato sel).
      adesso, con tutto quello che si può dire sul voto utile (utile a che?) non ce la posso più fare.
      alle europee ho votato tsipras. E alle prossime elezioni vedrò. Tanto non cambia un cazzo, tanto vale votare secondo coscienza.

    3. Sun , ho già fatto ammenda in più di una occasione ammettendo le mie colpe passate anche se fatte in buona fede.Vuoi che mi autoinfligga 40 nerbate a maggior espiazione? Se proprio devo…………………………………………….

      1. no mario
        ma continuare a parlare del “pd che dovrebbe essere” con m2c, mi sembra un non volersi arrendere all’evidenza, un lasciare aperta una porta che non esiste.
        Non contesto gli errori passati, ma il non voler dare un taglio, una volta presa coscienza dell’errore

  2. @ Mario e altri

    il fatto più “grave” è che non ve ne rendete neppure conto…

    Avete affossato TUTTI (TUTTI!!!) i governi di centrosinistra negli ultimi 20 anni
    con il vostro massimalismo, la vostra arroganza nel distribuire patenti di legittimità, f ino a rasentare il ridicolo (quelli che manifestano contro il governo di cui fanno parte con il segretario PdC).
    Il massimo del ridicolo lo raggiungono quelli che adesso si dicono “Prodiani” (ah ah ah)

    E in tutto questo non avete nemmeno portato a casa un soldo bucato di risultato che sia uno, anzi avete lasciato campo libero alla peggiore destra di cui ne portate sulle spalle la responsabilità (a cominciare dalle cadute dei governi Prodi)

    Sinistra? Il governo Renzi con le misure che ha adottato, al vostro confronto è “socialismo reale”.

    Fate come vi pare, ma non venitemi a parlare di buonsenso di apparentamenti, di alleanze, di dialogo e stronzate simili.
    Siete inemendabili è ancora oggi lo state dimostrando.

    Ognuno per la sua strada.
    Bye bye
    🙂

    1. Ad uno che è più che mai convinto della natura ancora di sinistra del governo Renzi dopo tutte le porcate che ha fatto , dal patto del Nazareno al Jobsact , cosa dire?Apparentarsi , allearsi con uno così? Ma di che stiamo parlando? Questa sì una stronzata colossale.Bye bye e salutami la tua amica Paita ,il tuo amico Poletti e tutta la corte di nani e ballerine che Renzi si è costruito intorno e che a me fanno personalmente schifo.Senza rancore.

    2. manifestare contro il proprio segretario pdc…..ma mi spieghi che cazzo sta facendo al governo, visto che ha varato una riforma farlocca delle province di fatto bloccando tutto (tra l’altro il presidente della mia provincia si dimetterà il 30/5, ed è del pd) e disponendo il trasferimento del 50% del personale ad altre funzioni senza che nessuno redistribuisse le funzioni della provincia agli altri enti, con risorse scarse per svolgere i comipi residio, sempre meno risorse ai comuni, lo sblocca italia che è uno scempio, il job act, questa cazzo di legge elettorale e la riforma del senato?
      questo è un governo che funziona secondo te?

    3. Avete affossato TUTTI (TUTTI!!!) i governi di centrosinistra negli ultimi 20 anni
      con il vostro massimalismo, la vostra arroganza nel distribuire patenti di legittimità, f ino a rasentare il ridicolo (quelli che manifestano contro il governo di cui fanno parte con il segretario PdC).

      governi di quel tipo ce n’è stati pochini.
      In ogni caso, gli elettori non hanno affossato nulla che non meritasse di esser affossato,visto che son stati anni nei quali il paese, chiunque lo governasse, degenarava da tutti i putni di vista..
      E i componenti del governo attuale, premier compreso, non sono mai andati a una porva eletiva vera e diretta, implicante un giudizio sulla polticia e l’economia italiana.
      Quindi: di che si parla? Di giochi n famiglia?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...