Saluti da Firenze

segnalato da scatto originale di crvenazvezda76 (cit.)

Saluti da Firenze

Annunci

85 comments

  1. Avevo avuto la netta sensazione guardando “Bersaglio Mobile” ieri sera che fosse decisamente invecchiato e bollito ma non pensavo fino a questo punto

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/05/30/comunali-2015-berlusconi-sbaglia-festa-e-si-presenta-a-quella-del-pd-di-segrate/1733118/

    “Ha sbagliato festa elettorale, partecipando a quella del candidato del centrosinistra. E non per il ritorno del patto del Nazareno ma per un banale errore. Silvio Berlusconi ieri sera si è presentato ad una festa in piazza per giovani organizzata dalla lista civica di centrosinistra che corre per le elezioni al Comune di Segrate (Milano) ed è rimasto là per circa cinque minuti “prima di accorgersi che aveva sbagliato manifestazione e che quella non era la festa della candidata del centrodestra”

    🙂

  2. Non vorrei spostare l’asse del ragionamento, ma gli elettori degli impresentabili li votano proprio per questo. E’ come il carcere per Cosentino: lo nobilita.

    1. Gli elettori gli impresentabili li votano perchè sanno di poter avere qualcosa in cambio

      “Do ut des”.

      Mi chiedo
      E’ piu facile cambiare tutti gli elettori o gli impresentabili ?
      E’ piu democratico impedire agli elettori di votare o impedire agli impresentabili di presentarsi ?

      L’asse del ragionamento alla fine è semplice

        1. Grillo sicuramente no, Casaleggio in tutta onestà non so se ha pendenze legali e/o etiche, in tutti i casi mi auguro e ne son sicuro che non prenderanno mai cariche politiche e/o pubbliche. Dovessero farlo sarebbe un duro colpo alla loro credibilità ed a quella di tutto il movimento

          1. su casaleggio non sei tu a non sapere. forse nessuno sa. su di lui “girano voci”. personaggio, quanto meno, tutt’altro che trasparente.
            comunque, andiamo oltre
            volevo arrivare a un punto.
            tu dici che speri non prendano cariche perché ne soffrirebbe la credibilità del movimento
            io la vedo a modo mio, certo, posso sbagliarmi. non sono così fessi da prendere cariche. lo sanno meglio di me e di te di essere impresentabili e bersaglio troppo facile per tutti
            ma, mi chiedo, da impresentabili, sono migliori di altri a prestare il loro nome (quelle di beppe appare nel simbolo elettorale, è importante a tal punto di connotare il movimento, che è “grillino”, sono proprietari assoluti del movimento), e decidere la linea di quei “prestanome (passami il termine, ma lo reputo il più adeguato) che almeno a oggi da loro prendono ordini?
            lo so che sto semplificando. ma il punto a me sembra proprio questo.
            se hai i mezzi (economici, tecnici, fama, ecc) puoi permetterti di restare formalmente fuori dai giochi eppure dirigerli, pur essendo impresentabile, accusando di mala condotta tutti gli altri che invece al gioco partecipano in prima persona.
            spero di essere stato chiaro e di aver espresso in modo comprensibile il mio dubbio

            1. …burattinai loro malgrado?E’ più colpevole la mano che arma,il dito che preme o la pistola che spara?Pistola con la pistola…..

                1. E che gli piace vincere facile, ma a volte…
                  come il sottotenente Vulič, ufficiale di origini serbe dell’esercito zarista, che, per dimostrare la propria fiducia nell’immutabilità del destino, impugna una pistola presa in camerata e la punta alla propria testa. Poi lancia una carta da gioco in aria e, appena questa tocca il suolo, preme il grilletto.(il Fatalista di Mikhail Lermontov).
                  Solo che Renzi ha barato.La pistola è truccata e la carta non cadrà fin dopo le elezioni…lo ha deciso la Cassazione!Ma la Bindi non ci stà e richiede il cambio d’arma e procedura.E ora?Ora son cazzi…scappa o spara?.Per ora frigna e grida al “gomblotto”…COME UN BANANA QUALSIASI!
                  .

            2. Concordo sulla difficoltà di reperire informazioni su Casaleggio, mi sembra un periodo politico nel quale dare seguito a “voci” sia una modalità di pensiero che difficilmente porta a concretezza. Ti posso dire però per informazioni avute indirettamente da chi ha avuto occasione di incontrarlo recentemente ed in tempi passati per motivi professionali legati al campo dell’editoria che la sua condizione fisica è molto preoccupante e penso che attualmente sia questo il campo su cui combatte la sua battaglia piu importante.

              Il tuo dubbio non solo è comprensibile ma anche lecito, interrogarsi su chi vuole gestire il pubblico è doveroso oltre che lecito, e percio ti chiedo con altrettanta semplificazione, aldilà delle motivazioni che rendono eticamente impresentabile Grillo quale pensi che sia il suo
              “conflitto di interessi”, qual’è a tuo giudizio la recondita ambizione di Grillo, attraverso quale controllo diretto e/o indiretto del pubblico vuole arricchirsi di potere visto che finora a dimostrato nei fatti molta attenzione al denaro pubblico.

              Io me lo sono chiesto anche spesso.

              PS: attualmente di fessi capaci di prendere cariche pubbliche pur sapendo di essere impresentabili e bersaglio di critiche c’è ne sono tanti e non sono 5* 🙂

              Forse sarebbe meglio preoccuparsi dei fessi attuali che di quelli potenziali 🙂

              1. il fatto che i 5s non coprano cariche pubbliche non è, per ora, questione di capacità, ma di peso politico. quando vinceranno anche loro ne ricopriranno.
                e qualcuno, dopotutto sono umani anche loro, sbaglierà. come gli altri. ne più ne meno.

                il problema grillo.
                non per forza uno ambisce al potere per arricchimento personale o per finalità legate al proprio interesse. ci mancherebbe.
                quale conflitto di interessi?
                per ora uno enorme: è proprietario e capo assoluto di un movimento che ha un peso politico crescente, moralizza tutto e tutti (eppure il suo passato la racconta lunga), e lo fa senza “rischiare” nulla! lui è il burattinaio che manovra “da fuori”
                questo non mi piace per niente

                ps. penso spesso che la sua entrata in politica (anche se lui dice di non averla mai fatta….) sia animata da una sorta di voglia di vendetta per torti subiti. ma è una sensazione
                quanto alla politica fatta di voci. sono d’accordo. ma dillo anche ai 5s che ne mettono in giro tante e molte senza fondamento. eppure le smentite o i fatti concreti che ne dovrebbero seguire non sono veloci quanto le accuse….

                1. Quindi accantonato il rischio personale e di interesse restano a ragionevolmente inquietarti la modalità assolutistica e la proprietà di un logo. Capisco ed in parte comprendo la tua inquietudine. Finora a mio giudizio l’accettare questo indubbio rischio ha prodotto risultati piu che positivi.

                  La modalità assolutistica è sicuramente il problema maggiore di tutta la politica attuale.

                  Da notare però che la legge elettorale voluta dai 5* e non osteggiata da Grillo sia un proporzionale e non un maggioritario

                  1. È vero
                    Eppure per me i dubbi e le stonature superano i risultati che tu dici positivi
                    Ma io non faccio testo
                    Sono restato nel secolo scorso e ancora troppo influenzato dall’ideologia 😜

    2. se è vero, perchè tante polemiche quando ricordo i nomi delle regioni dove questo sistema è più prospero e quasi inscalfabile, a cdestra e csinistra?
      Come mai è così? ci sarà pure qualche responsabilità degli elettori

  3. Ma io mi chiedo solo una cosa, ma tutti questi saggi ed autorevoli statisti politici e professori che sentenziano sulla pubblicazione della lista di impresentabili dov’erano fino a ieri alle 13:30 circa ?

    Pare che non sapessero da giorni/settimane dell’attività in corso, non mi sembra che alcuno di loro abbia in maniera preventiva, e quindi credibile, esposto quanto ora sostiene. La logica mi porta a pensare che la loro reazione sia solo ed esclusivamente frutto del contenuto della lista.

    Ora vi chiedo e spero in una vostra risposta sincera, ma i soloni di cui sopra come avrebbero commentato una eventuale lista senza la presenza di De Luca e con magari la presenza di un 5*. Assisteremmo oggi alla beatificazione politica della Bindi invece del martirio.

    1. Forse speravano che non arrivassero in tempo a renderla pubblica. Se ci fosse stato dentro un 5*, avrebbero dedicato intere trasmissioni ad analizzare il fatto.

        1. Son felice tu abbia risposto cosi, ti identifichi per quello che realmente sei, se mai avessimo avuto bisogno di ulteriore conferma .

          Comunque cio che affermi non fa altro che enfatizzare l’enorme, l’abissale differenza morale tra chi si dimette per delle ombre riflesse su uno specchio e chi si attacca alla poltrona con delle condanne.

          Se stavi zitto portavi piu acqua al tuo mulino (e devo dire che sei in ottima compagnia)

          1. Perchè mai dovrei stare zitto?

            A me quelli che salgono sul pulpito a dare lezioni di moralità agli altri sputando sentenze e condanne e poi minimizzano e nascondono le loro magagne, fanno venire l’allergia.

            Mi scappa di dirlo…

            Io non ho mulini a cui portare acqua. Se facessi propaganda militante come altri, farei l’ipocrita.

            1. Marco capisco tu sia nervoso ma nessuno ti ha mai detto di stare zitto, era solo un sillogismo per evidenziare che il tuo commento era a mio giudizio puerile ….

              Qui non mi sembra vi sia alcun che sale, ma qualcuno che scende

    2. http://www.corriere.it/editoriali/15_maggio_30/nelle-urne-veleni-partito-87ed71a4-068c-11e5-8da5-3df6d1b63bb7.shtml

      Tratto dall’editoriale di cui sopra di Massimo Franco

      “Rosy Bindi, presidente dell’Antimafia ed esponente della minoranza del Pd, ieri ha sostenuto una tesi singolare. Ha detto che la commissione ha aspettato fino all’ultimo a diramare i nomi dei diciassette candidati (poi ridotti a sedici perché c’era un errore) ritenuti poco presentabili, per non interferire nelle elezioni. Ma era scontato che in realtà l’esito sarebbe stato opposto”

      Ora io mi chiedo se per Franco era cosi scontato avrebbe dovuto scriverlo prima e non dopo.
      Quindi o il Sig. Franco è un ipocrita o è un pessimo giornalista.

  4. Sarò strano…

    Domandina: una delle obiezioni (a prescindere dall’assonanza con la logica berlusconiana già rilevata) a proposito di De Luca è stata quella della legittimazione derivante dal consenso popolare. Ora (e sinceramente vorrei capire) lo stesso popolo che legittima improvvisamente non può essere lo strumento di tribunali in piazza (come rilevato e sono d’accordo) da alcuni esponenti del PD. Insomma, vorrei capire come cazzo funziona, democrazia delle istituzioni o democrazia del popolo? Ma una memoria con una durata di almeno 48 ore e un tentativo di essere coerenti con i ragionamenti è chiedere troppo a questa banda di marionette e scarti di produzione che affastella il Parlamento?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...