Diario #01 – Ellenic Spirit

di Lame

13 luglio – A bordo della Ellenic Spirit verso Igoumenitsa

Ad Ancona salgono a bordo un centinaio di giovani tedeschi rumoreggianti. Uno stormo pronto ad una notte da sballo di birra e bagni nella micro piscina della nave. La Grecia è il viaggio della maturità, per i tedeschi, fin dai tempi di Schiller e Goethe. Ancor pìù dell’Italia, c’è un immaginario potente che li spinge.grecia01Mi irritano profondamente, non posso farci niente. Ma mi autocensuro. Ho sempre odiato le generalizzazioni, soprattutto applicate alle persone. Però quando scopro che hanno avuto il permesso di trasformare il ponte della nave in una discoteca privandomi del tramonto e delle stelle (non puoi rimirare le stelle con i decibel che spaccano) perdo ogni remora: li detesto cordialmente. Poi parlando con uno di loro, Gunther, occhi verde acqua e una faccia da bambino, mi intenerisco. Sono tutte le classi che han fatto la maturità di una scuola vicino Stoccarda. Vanno a Corfù per una settimana che, pensa, sarà un’esperienza esaltante. So’ ragazzi, penso. Anche se non capisco cosa ci sia di fondamentale nel passare una settimana a bere e stonarsi di musica. Però sono proprio ragazzi. Le colpe dei padri non possono ricadere sui figli. O sì?

Nelle sale all’interno della nave la scena e l’atmosfera sono di un altro pianeta. Le televisioni sono fisse sull’attualità politica. Le immagini del vertice della notte scorsa e del parlamento greco che discute l'”accordo” passano continuamente davanti agli occhi dei greci che parlottano tra loro a bassa voce. Qualcuno fissa lo schermo, immobile e senza parole.

Così mi accorgo che anche il personale della nave – tutto greco, come l’armatore – parla stranamente poco. Troppo poco per le abitudini greche. Nessuna chiacchiera con i passeggeri e poche essenziali parole tra loro.

Sono rimasti muti, i greci.

Annunci

32 comments

  1. Credo che la coerenza sia spesso sinonimo di testardaggine degli ottusi, ma può anche essere riscatto morale, per quel che vale, degli sconfitti.
    Credo che Tsipras avrebbe fatto bene a dire alle ‘Istituzioni’ più o meno: “Se questo è il vostro diktat, io non posso che farmene latore al popolo greco che deciderà attraverso i suoi rappresentanti. Il popolo greco aveva già respinto un ‘accordo’ meno oltraggioso, ma avete voluto ignorarlo. Non posso che prenderne atto.”
    Poi avrebbe potuto presentarsi al parlamento greco dichiarando: “Non sono stato capace di assolvere il compito che mi era stato assegnato. Questo è documento è ciò che le ‘Istituzioni’ pretendono. Come ha già detto Varoufakis, mi taglierei un braccio piuttosto che firmarlo, perciò queste sono le mie dimissioni. Riprendo il mio posto tra la gente che spero di servire da attivista meglio di quanto sono riuscito a servirla da leader, anche se ci ho provato in buona fede e al meglio delle mie forze e capacità.”

        1. che ci vuoi fare…il radicale inventa sempre le opinioni Quando le ha sperimentate, poi interviene il conservatore e le adotta…

        1. Sono uomini di mondo e conoscono le regole del mondo.
          E facile fare lo spaccamontagne quando non devi rendere conto delle tue parole.
          Gli arruffapopoli per partito preso.Poi per caso o disperazione vinci le elezioni e….oplà!
          Tripplo carpiato con avvitamento…
          Non si poteva fare altrimenti…l’europa c’è lo chiede…congiunzioni astrali sfavorevoli…non sono razzista sei tu che sei negro…E la polizia in piazza e giù legna a chi contesta!
          Ci sono pazzi che credono di essere Napoleone e pazzi che credono di poter risanare le ferrovie dello Stato….e i rivoluzionari tradiscono sempre le proprie rivoluzioni!

      1. Caro Daniele , alla faccia dell’obiettività!!!!!Sarebbe una fogna solo perché,forse, aderiscono alcuni ex-5S? Certo per te già il fatto di essere ex li condanna all’ignominia e alla pubblica lapidazione.Tipico discorso da talebano grillino,senza offesa beninteso.In ogni caso la notizia mi era sconosciuta e , al tuo contrario, la reputo una buona notizia a meno che tu non sia in grado di dimostrarmi che i personaggi in oggetto abbiano commesso , a vario titolo, ruberie o altro anche di non penalmente rilevante.

        1. Penalmente rilevante, no – ma la telefonata zuccherosa in diretta in cui Artini concordava con Renzi l’uscita dal gruppo e’ penosamente rilevante e indice di bassissima moralita’, cosi’ come il fatto che questi venduti hanno ingannato gli elettori e contraddetto tutti gli impegni presi. Tra essere talebani ed avere delle fette di prosciutto sugli occhi non vedo differenze.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...