#Milano3ottobre

segnalato da Barbara G.

Milano, 3/10/2015, Piazza del Cannone ore 14.00

Appello per una manifestazione nazionale a favore della laicità delle istituzioni e della libertà delle cittadine e dei cittadini italiani.

L’Italia è un paese con un grave difetto di laicità, in cui la nostra libertà di essere, di amare e di decidere, è spesso negata e delegata ad altri.

A settant’anni dalla fine della guerra la Repubblica non ha ancora reso pienamente operanti i principi della Costituzione che proclama l’uguaglianza dei cittadini indipendentemente da ogni loro condizione personale e sociale, e la piena libertà di religione, garantendo finalmente a tutti parità di trattamento e riconoscendo i diritti dei non credenti.

Le spinte integraliste e xenofobe creano un clima nazionale ostile a qualsiasi nuova conquista di civiltà e ci condannano all’arretratezza legislativa sui maggiori temi dello sviluppo civile della contemporaneità.

Le battaglie per i diritti civili, per le libertà di coscienza e di scelta, per i diritti della persona umana, sono il cuore del progresso di un popolo civile e democratico.

La Repubblica, il Paese in cui lavoriamo, paghiamo le tasse e che amiamo, ha l’inderogabile compito, sancito dall’articolo 3 della Costituzione, di rimuovere gli ostacoli di ogni tipo che limitino di fatto la libertà e l’uguaglianza di ognuno, impedendone il pieno sviluppo come persona umana. Ma con ciò impedendo anche la piena realizzazione e il personale, irrinunciabile diritto alla ricerca della felicità.

Allargando questo concetto alla dimensione europea, ancor di più ci accorgiamo di quanto noi italiani siamo meno liberi, meno uguali, meno laici e meno felici dei nostri concittadini d’oltralpe.

E’ inconcepibile che le uniche spinte al progresso sociale italiano derivino da sentenze delle più alte Corti di Giustizia, e da reprimende delle istituzioni europee.

Chiediamo con forza e determinazione alla politica e alle istituzioni laiche e repubblicane d’Italia, che si mettano al lavoro da subito per rimuovere una lunga serie di insopportabili ostacoli alla nostra libertà.

Chiediamo:

  • una legge per il matrimonio egualitario;
  • una legge sulla fecondazione assistita;
  • che si legiferi in materia di autodeterminazione del genere ai fini della rettificazione anagrafica;
  • che venga applicata correttamente la legge 194 sull’interruzione volontaria di gravidanza, regolamentando e controllando con efficacia il fenomeno dell’obiezione di coscienza dei medici;
  • che a ciascuno sia riconosciuta la libertà di scegliere in che modo lasciare questa vita;
  • che si approvi presto una efficace legge contro l’omotransfobia;
  • che “senza oneri per lo Stato” diventi una pratica nella gestione dei fondi per la scuola, e non vuote parole scritte nella Costituzione.

Noi siamo cittadine e cittadini italiani, nel pieno dei nostri diritti, ed esigiamo che le nostre vite, le nostre libere scelte, siano rispettate e riconosciute dallo Stato e dalla politica, e non siamo più disposti a tollerare che i nostri diritti vengano negati sulla base di supposti principi dottrinali che vorrebbero imporre a tutti la stessa morale e lo stesso modello di vita.

Per tutto questo, perché laicità significa tolleranza civile, autonomia del temporale dallo spirituale, rispetto dell’altro, pluralismo, difesa delle scelte morali del singolo, vi chiediamo di partecipare sabato 3 ottobre alla nostra manifestazione: una giornata che potete contribuire a rendere storica.

Evento facebook QUI

Come contribuire alle spese di organizzazione dell’evento

I fondi sono necessari per fare fronte alle spese di allestimento del palco, impianto audio e tutto ciò che è connesso all’organizzazione dell’evento.

Il dettaglio dei costi che dovremo sostenere sarà pubblicato online.

Sostienici anche tu con una donazione!

Dona su Kapipal tramite PayPal :

http://www.kapipal.com/milano3ottobre

oppure con bonifico:

Denominazione banca: BANCA POPOLARE ETICA
Conto intestato a: CHIESA PASTAFARIANA ITALIANA
IBAN: IT84J0501802400000000197547
Causale: “Manifestazione Milano3ottobre”

Annunci

26 comments

  1. Una volta che vi sara’ passata la depressione post-referendum che non c’e’, cominciate a guardare questi dati: http://www.huffingtonpost.it/2015/09/30/sondaggio-euromedia-pd-perde-otto-punti-con-verdini_n_8220226.html

    A prima vista, sembrerebbe una figata: M5S primo partito col 32%. A me invece un quasi 50% di partiti mafiosi fa abbastanza paura, nel senso che se Renzi si allea con Verdini, non si capisce perche’ non si deve mettere d’accordo col suo padrino Berlusca.

    Quello poi che non si capisce e’ perche’ si insiste con una lista civetta di pseudosinistra che ha la sola funzione di intercettare voti che andrebbero al M5S. Simile allo scenario Ligure riproposto su scala nazionale. Quindi riassumendo la vostra proposta politica e’: mantenere dei dinosauri della politica per fare un po’ di testimonianza nostalgica stile testimoni di Geova, mentre la mafia e la finanza ce lo mettono in quelo posto per altri 5 anni.

    Grandi!!! Vi aspetta una vecchiaia grandiosa!!!!! Siete dei geni.

    1. 1) “la vostra proposta politica è …” : ‘vostra’ di chi?
      2) se la lista Civati è una banda di dinosauri ecc. dovrebbe essere irrilevante; pare invece che sia sufficiente a ‘intercettare’ in misura evidentemente critica ‘voti che andrebbero al M5S’ (ma chi l’ha detto?)
      3) ho più volte dichiarato simpatia per il M5S (la sua base) ma davvero questo atteggiamento, tuo e di altri (non credo della maggioranza del movimento) da crociati in terra di infedeli è piuttosto irritante e non è escluso possa far perdere più voti di quanti ne ‘intercetta’ Civati.
      4) considerato che Grillo ha puntato sull’alleanza con Farage (che fine ha fatto?) consapevole della necessità di certi compromessi politici, non sarà il caso che anche a livello nazionale si coltivi qualche dialogo con il ‘meno peggio’ che c’è in giro? Il M5S è un partito a tutti gli effetti, ha scelto la via della rappresentanza parlamentare, e quel gioco si gioca anche così. E il M5S, pur epurato (non entro nel merito) ha la sua buona dose residua di imbecillotti e opportunisti, non è il caso di aver troppa puzza sotto il naso quanto all’opportunismo altrui se tale è, come subodoro, il gioco di Civati.
      5) … boh? …. magari mi verrà in mente.

      1. 1) Vostra di orfani della sx che fu – tra chi segue gli apparentemente sbandati e chi sta decidendo in che cespuglio cammuffarsi
        2) C’e’ sempre qualcuno se metti una falce e martello che ti vota perche’ gli ricorda quando era bambino, e poi Civati e gli altri dinosauri venderanno una modica quantita’ di illusioni nuove a chi ne ha bisogno. Svegliare di soprassalto queste anime perse potrebbe essere pericoloso, meglio doparle – con l’aiuto di Renzi e DX che hanno bisogno che questi non si sveglino
        3) A me frega una cazzo, non devo convincere nessuno. Anzi, ti diro’ di piu’: mi fa piacere se uno decide di non votare e soprattutto di non aderire al M5S perche’ scopre PRIMA che nel M5S non si scherza, non c’e’ spazio per voltagabbana e approfittatori. Meno di questa gentaglia si avvicina al movimento, meglio e’
        4) Ma che cazzo dici? Alleanza tecnica per poter votare al parlamento europeo, se guardi le analisi di voto scopri che M5S e UKIP hanno votato in modo diverso nel 90% dei casi (e la stampa di regime adesso si lamenta pure di quello….).
        Il M5S ha una metodologia che NON prevede leader e professionisti a vita della politica: 2 mandati e a casa. Stiamo parlando di cariche di rappresentanza politica (parlamentari italiani e europei, consiglieri regionali e comunali). La feccia che vuole campare di politica gravitera’ naturalmente su questi groppuscoli e liste civetta: e’ successo con Ingroia, sta succedendo con Civati. Non si rassegnano, ma il loro tempo e’ finito.
        Il M5S dialoga con le idee: se c’e’ una buona proposta di legge, che venga da tizio o caio non importa: la si approva. Non dev’essere un mezzo per la spartizione del potere.
        Non sono convinto che Civati sia il “meno peggio”. Berlusconi paradossalmente e’ piu’ onesto quando si presenta dichiaratamente come paladino della mafia e degli interessi criminali. Civati in 20 anni di chiacchere ha contribuito solo alla sua carriera, e alla crescita di un partito che adesso sta sottomettendo l’Italia all’autoritarismo, alla privatizzazione selvaggia e alla schiavizzazione delle persone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...