Sociologia in pillole

Annunci

59 comments

  1. Operetta solare

    Dialogo (in forma di pistolotto solare) di una 18enne e un padre (magari islandese)

    Padre: perche’ non mi ascolti?? Perche’ non fai quello che dico??

    18enne: Immaginavi tu forse che il mondo fosse fatto per causa vostra? Ora sappi che nelle fatture, negli ordini e nelle operazioni mie, trattone pochissime, sempre ebbi ed ho l’intenzione a tutt’altro che alla felicità degli uomini (inclusi i genitori) o all’infelicità. Quando io vi offendo in qualunque modo e con qual si sia mezzo, io non me n’avveggo, se non rarissime volte.

    Padre: ma tu devi prendere coscienza del tuo stato, condizione sociale, stile di vita, divergenza fra rischiesta e aspettative.

    18enne: Ah babbo, ti ho solo chiesto la macchina per uscire – dacci un tagli con queste stronzate.

    Padre: eccoti le chiavi. Mi raccomando non tornare tardi.

    18enne: grazie. Visto? Non era difficile.

        1. Bella. Cambierei solo “potendo” -> “dovendo” e “li prende” -> “si lascia prendere”…
          C’è sempre una sorta di voluttà mistica nella ‘cosa’…. inconsapevole, ovviamente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...