LIVORNO, ITALIA: Non c’è salvezza per i cuori teneri

introduzione e segnalazione di Daniele X

Quello che sta succedendo a Livorno è la ‘sneak preview’ di quello che dovrebbe avvenire in Italia. Smettere di ignorare problemi giganteschi, e smettere di crearne di nuovi, senza posticipare o lasciare il tutto in carico alle nuove generazioni che, visto il fardello, tenderanno solo ad andarsene. Nel fallimento controllato dell’Italia andranno salvati i lavoratori e le loro famiglie, e non le banche o i banchieri. Andranno riviste le priorità, dialogando con tutti, perfino col PD. E andranno individuate le responsabilità, delegando alla magistratura il compito di sanzionare i responsabili del disastro. Quello che sta succedendo a Livorno è il futuro di questo Paese, se lo si vuole salvare.

Filippo Nogarin e Pepe Mujica

*

Nogarin in consiglio: “Il M5S con il concordato preventivo salverà Aamps”

Il sindaco ha ribadito la posizione della giunta: “La ricapitalizzazione era un intervento da cure palliative. Serve invece un’operazione chirurgica capace di assicurare vita e interesse all’azienda, soprattutto negli interessi dei lavoratori”.

Annunci

200 comments

    1. si danieluzzo, va in cucina…..e tieniti lontano dalle bottiglie!
      (comunque, se non ti incomoda troppo, vai a leggere un po di cose che ho scritto, oggi come altre mille volte in passato, sulle tante “sinistre” che ci sono in giro….
      certezze poche, tranne che tu e il movimento siete DX…….)

      1. relative.. fino a un certo punto…
        autoassolutorie può essere, ma neanche troppo. se avessi sentito la relazione di cuperlo magari capiresti meglio 🙂

          1. povero.
            vedi? in fondo non ho mai sfottuto crimi.
            la taverna o il dibba invece, mi fanno in effetti dimenticare il discorso di cuperlo (basta anche la boschi, s’intende, o renzi, anche senza presunte implicazioni giudiziarie)

          1. era solo una forma retorica.

            se devo parlare seriamente di ‘leader’ politici, penso che in questo momento la sinistra che mi corrisponde sia al livello più basso.
            bersani incarnava (senza neanche bisogno di fingere tanto) un certo modo popolare che comunque arrivava a chi doveva arrivare. cuperlo ha un approccio intellettuale alla civati. non parla la lingua che vorrebbe parlare.

            1. Crimi e’/fa il personaggio che serve alla sua parte (almeno per ora non perdente) Cuperlo recita la sua parte ma è addirittura controproducente per la propria parte (un perdente si)

              1. beh, da un punto di vista politico hai ragione.
                nella mia (quasi) battuta c’erano implicazioni di sintonia personale, ma in fondo non era niente di che.

              2. Mah… non capisco esattamente perché ce l’abbiate in particolare con Crimi, se lo metti vicino a Cuperlo poi Crimi mi sembra Churchill e il piddino sembra un misto tra paperino e calimero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...