Ne abbiamo provate tante

Triskel182

Non so con quanta consapevolezza della cosa, ma la grillina Paola Taverna non ha fatto che dire pubblicamente ciò che a Roma molti altri dicono da tempo sottovoce: e cioè che sì, insomma, per qualunque partito prendersi la guida della capitale oggi forse è più un rischio che un’opportunità.

Non è che ci sia un “complotto”, naturalmente: parola che farebbe pensare a un disegno ordito a tavolino tra più attori tutti d’accordo tra loro.

View original post 364 altre parole

Annunci

86 comments

  1. Il Contropelo di Massimo Rocca

    Fuga dalla Vittoria

    E dopo Draghi adesso tocca a anche Squitieri, il presidente della Corte dei Conti. Un altro in fuga dalla vittoria delle politiche di austerità che arriva, e sia benedetto anche il suo parere, a ricordarci che la famosa spending review sono i tagli ai servizi e ai livelli di assistenza indispensabili, cui i cittadini hanno diritto. E che la soluzione della persistente stagnazione sono gli investimenti pubblici. Cioè il debito pubblico, visto che ovviamente di aumentare le tasse nessuno ne parla. Per cui il vecchio mantra, non diminuiamo il debito perchè ce lo chiede l’Europa ma perchè è un dovere nei confronti dei nostri figli e dei nostri nipoti, la baggianata cui ancora Renzi non ha rinunciato, perde un altro sostenitore, tanto più significativo perchè il suo compito è proprio la sorveglianza del debito. Come scrive Larry Summers siamo certi che i nostri nipoti, dovendo scegliere tra incassare cedole a bassi interessi in una moneta che il loro paese può stampare o ereditare un paese dalle infrastrutture a pezzi, sceglierebbero quest’ultima cosa? Ah già, la moneta che possono stampare. Noi non possiamo. Ricordatevi di Oxfam

      1. io è da un po’ che lo dico, è una di quelle tematiche, di cui la parte vincente della sx non ama molto parlare rinchiudendosi dietro… ci vuole più Europa… rimasi molto colpito da un passaggio di un intervista di Prodi da Fazio, dove alla domanda di Fazio su questa Europa che è solo monetaria non manchino le altre gambe e come mai non si era provveduto ai tempi della nascita… Prodi rispose ma Khol me lo aveva promesso ( le parole non sono esatte ma il senso era questo)… In Italia non si torna mai indietro con spirito critico e sincero ma si guarda in avanti in modo confuso e alla giornata…
        Detto questo anche gli euro scettici hanno i loro cadaveri nell’armadio

        1. Parafrasando il maestro di vita miyagi di karate kid: “devi decidere che strada percorrere, corsia destra o corsia sinistra, non puoi rimanere nel mezzo della strada”
          Poi gli errori sono un fardello di chi fa, ma l’importante è sempre sapere cosa si vuol fare.
          Questa è la cosa che manca principalmente

                1. dove alla domanda di Fazio su questa Europa che è solo monetaria non manchino le altre gambe e come mai non si era provveduto ai tempi della nascita…….

                  ..il non aver progettato le altre gambe con tempi definiti è stato sicuramente un errore.

                  Ma alla fine penso che quello più grosso sia stato quello di non presidiare l’europa….in italia abbiamo passato decenni (vedi il periodo di berlusconi e altri) a parlare di altro, ma avevi il tempo per cambiare le cose, il buon imprenditore segue l’azienda in tutti i suoi aspetti

                  uN PAESE SERIO doveva seguire gli eventi e capire per tempo questi problemi …ma in italia le varie corporazioni hanno altro da fare.

                  Il vizio di parlare troppo e fare poco o nulla è insito negli italiani. e anche ora le cose no sono cambiate di molto, sono solo cambiati gli attori dall mio punto di vista.

      2. Mi sembra chiaro che una Europa solo finanziaria e monetaria non funziona.Ergo: o si integra in toto debiti compresi (cosa difficilissima in tempi di crisi) oppure tanto vale lasciar perdere.E questo vale soprattutto per i paesi del sud Europa che , da questa situazione, hanno solo da perdere.Basta guardare che fine sta facendo la Grecia prima illusa da Tsipras e poi riaffidata alla troika…………………………………………….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...