Vulnus

segnalato da Barbara G.

Accolti sei motivi di incostituzionalità dell’Italicum dal Tribunale di Messina

criticaliberale.it, 24/02/2016

Primo risultato a Messina, accolti sei motivi di incostituzionalità dell’Italicum.

Tribunale di Messina rimette alla Corte Cost. 6 delle 13 q. l. c. sollevate dai ricorrenti messinesi, accogliendo le argomentazioni del ricorso, ha rilevato dei profili di incostituzionalità dell’Italicum ed ha interpellato la Corte Costituzionale che adesso è investita della questione e dovrà giudicare se l’Italicum è incostituzionale. Con il ricorso, analogamente a quelli proposti dinanzi ad altri 18 Tribunali peninsulari, i cittadini elettori hanno richiesto di sentir dichiarare il loro diritto al voto libero ed eguale, secondo modalità conformi alla Costituzione, asseritamente violata, come fu per il porcellum, dall’Italicum. Primo in Italia, il Tribunale di Messina, con ordinanza 17/24.2.2016 ha dichiarato:  “sono rilevanti e non manifestamente infondate le questioni di costituzionalità sollevate nel giudizio, tutte incidenti sulle modalità di esercizio della sovranità popolare” approvando il ricorso in merito a sei, delle tredici, motivazioni presentate, in particolare nei seguenti motivi :

III° MOTIVO – Il “vulnus” al principio della rappresentanza territoriale.

IV° MOTIVO – Il “vulnus” ai principi della rappresentanza democratica.

V° MOTIVO – La mancanza di soglia minima per accedere ballottaggio.

VI° MOTIVO – Impossibile scegliere direttamente e liberamente i deputati.

XII° MOTIVO – Irragionevoli le soglie di accesso al Senato, residuate nella L. 270-2005

XIII MOTIVO – Irragionevole applicazione della nuova normativa elettorale per la Camera a Costituzione vigente per il Senato, non ancora trasformato in camera non elettiva, come vorrebbe la riforma costituzionale.

Ha pertanto disposto la trasmissione degli atti alla Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi, ancor prima che la legge elettorale italicum venga applicata, onde non vanificare i diritti elettorali dei cittadini italiani, sulla legittimita’ costituzionale della stessa.

In caso di pronuncia di incostituzionalita’, gli effetti della sentenza della Corte, come fu per il porcellum, potranno condurre a votare secondo le regole del c.d, consultellum ( niente liste bloccate, niente premio di maggioranza senza soglia al ballottaggio).

Viene messo in discussione l’impianto derivante dal combinato disposto della riforma costituzionale in fase di approvazione e la legge elettorale ultrapremiale italicum, nei termini denuciati dai cittadini ricorrenti in Sicilia e in tutta Italia dal gruppo di avvocati organizzati dall’Avv.Felice Besostri. Il ricorso presentato a Messina è uno dei 18 depositati in diversi tribunali italiani. Un’iniziativa nata nell’ambito del Coordinamento per la  Democrazia Costituzionale, a curare il ricorso presentato a Messina, l’avvocato già Senatore e membro del CSM, Enzo Palumbo e gli avvocati  Tommaso Magaudda, Francesca Ugdulena, Giuseppe Magaudda.

Annunci

94 comments

  1. il dato di fatto incontrovertibile
    è che il PD di Matto Renzi ha fatto la legge sulle unioni civili.
    Mettendoci la faccia oltre il dovuto (fiducia)

    Piaccia o no.

    il resto sono chiacchiere destinate a dissolversi nel nulla.

    Altri non c’erano,
    più di giochetti meschini ancora una volta non sono stati capaci di fare.
    Ancora una volta inutili

    Altri, quelli che non si rassegnano all’usurpatore, non trovano di meglio che alzare il ditino (il meglio nemico del bene), di brandire Verdini/Alfano (loro nonostante tutto la legge l’hanno votata a differenza di altri) e di arrampicarsi sugli specchi: pure la legge sulle unioni civili gli ha soffiato e questo brucia tantissimo.

    Amen

  2. Che Civati non goda di buona fama qui dentro è notorio. Per ragioni diverse e , in qualche caso , addirittura opposte.Il fatto che stia più o meno sulle balle non autorizza però a tirarlo in ballo anche quando non c’entra una emerita cippa ( vedi legge Cirinnà sulla quale aveva da tempo manifestato il suo pensiero e su questa scia ne ha coerentemente seguito tutto l’iter.Quindi , vi prego , non insistete. In caso contrario mi costringere a postare un papello di 3 pagine con la ricostruzione dettagliata e puntuale di tutte le porcherie e puttanate fin qui fatte dai suoi denigratori politici.

            1. Se ti si devono spiegare anche le battute + faccina… vabbè… lascio perdere.
              Sinceramente seguo poco, ma non avevo percepito l’assalto in armi contro il povero Civati. Il quale è quello che è, come tutti, per giunta francamente innocuo.
              Faremo una nota della redazione per redarguire i maleducati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...