Col senno di poi…

altan

Annunci

218 comments

  1. Inaugurato il Partito del Lanciafiamme.
    Essendo la sigla PdL già occupata, il nuovo partito si chiamerà PaDelLa.
    Che è anche un monito ai petulanti sinistrorsi.
    Chi in PaDelLa non si trova a suo agio, sa che l’attende la brace.

  2. Riguardo all’idealizzazione, parlavo di lavoratori. Sembra che ieri fossero tutti spartani e pieni di passione civile e, dagli anni novanta in poi, edonisti, individualisti e stronzi. Un po’ schematico. In realta’ fino al 96, 97, non mi risulta sia stato messa mano alla legislazione sul lavoro. Con il senno di poi, avremmo dovuto ribellarci al lavoro interinale, ma poiche’ anche allora era un problema trovare lavoro, molti, tra cui mi ci metto anche io, pensammo che potuto essere d’aiuto. Mi risulta che nel 2002 scioperammo in massa contro il governo berlusconi.

    1. no, non sto idealizzando, ma ti garantisco che la politica era vissuta.
      nel mio paese (negli anni 70 faceva circa 2200 abitanti) c’erano sezione PCI, PSI, DC. adesso la sede PD è nel comune vicino e copre almeno 5 comuni.
      qualcosa vorrà pur dire….inoltre partecipare alla vita politica voleva anche dire sapere come funzionano lo stato, la macchina amministrativa…avere nozioni base di economia…ora c’è una ignoranza generalizzata, e i vecchi marpioni ci marciano su…

        1. col senno di poi.
          Con chiunque parlassi, mi chiedevo che cazzo facevano i sindacati quando nacquero interinale, co.co.co etc.
          parlando con un comunista (lui si definisce così) mio amico,gli dissi che non capivo perché non venivano indetti scioperi modello francese per combattere questa nuova tendenza che generava generazioni dal presente incerto e senza senza futuro. Silenzio di tomba.
          come quello di tutti del resto, dai radical chic ai duri e puri.
          Nella mia malafede, mi ricordo che quelli erano gli anni d’oro per i rimborsi elettorali, i vitalizi, e qualunque benefit. Un bengodi che veniva elargito a tutti quelli che, in vario modo, vivevano di o intorno alla politica a qualunque livello.

                1. io ho cominciato a lavorare a inizio ’98.
                  mi avevano chiamato per un colloquio in Italferr credo l’anno successivo, l’interinale era appena stato introdotto e ai tempi i contratti facevano fino alla chiusura aziendale (estiva, natale, pasqua) e te li facevano ripartire subito dopo. Ho detto no, grazie, e mi sono tenuta la mia partita iva un tanticchia finta

                    1. Ecco, tutto comincio’ con il pacchetto Treu, ma non protestammo, perche’ veniva da sx. Poi ci fu il tentativo di abolire l’articolo 18, ma era Berlusconi e tutti scioperarono. Oggi lo scempio viene da sx, ecco perche’ non si capisce piu’ niente, hanno fatto da cavallo di Troia.

          1. Sun… qualcuno in malafede, qualcuno perché non comprendeva dove saremo andati a finire… credo che anche te, io e moti altri prima che qualcuno ci aprisse gli occhi non è che comprendevano proprio tutto tutto di questi stravolgimenti

            1. la fine non me la immaginavo, ne la intuivo, ma su certe forme contrattuali (che non mi sfioravano ne personalmente ne in famiglia, anzi erano gli anni di maggior reddito) ho sempre dichiarato che non capivo come non ci fossero proteste giorno si e giorno pure, da parte di sindacati e dalla “famosa” sinistra
              non c’era bisogno di prevedere un futuro come quello odierno, per battersi contro certe misure

              1. mah bisognerebbe ricordare bene anche i contesti, non nego che ci sono stati errori madornali, però bisogna ricordare… 17 anni fa l’omicidio di Massimo D’Antona, 2002 Marco Biagi…

                1. marco, come per i voucher, un provvedimento che può avere un senso in un contesto be definito e ristretto, se esportato alla generalità dei rapporti non va bene. E se quando questo accade non protesti, non con il ditino alzato, ma duramente, non fai il tuo lavoro e soprattutto tradisci chi si fida di te.

                  1. veramente non ci capiamo, il contesto dei due morti non era molto propedeutico alle proteste, questo non per giustificare ma solo per chiarire… te vai sempre sulla malafede, che ci sarò stata, come gli errori ma a volte questo uso di accetta non mi pare molto giusto

                    1. vorrei che la stessa sensibilità fosse stata usata verso gli interinali e i co.co.co
                      non parlo solo di malafede, ma di un totale disinteresse per una fetta (grande) di popolazione da parte di chi avrebbe dovuto difendere i loro diritti.
                      In primis i sindacati, in secondo la politica, in terzo l’informazione
                      e visto che verso questi “lavoratori” l’accetta è stata usata ed anche con poca pietà umana, mi domando perché io dovrei averne parlando di chi manovrava la stessa.
                      è come la fornero che si offende.
                      L’ho già detto, la pratica aristocratica secondo cui agli ufficiali non si poteva sparare non mi piace. Nessuno costringe nessuno a fare il politico. Le tue azioni hanno effetto reale sulla vita degli altri, prima di prendere una decisione devi essere consapevole che ne puoi essere ritenuto responsabile (moralmente ,non chiedo di più, ma almeno moralmente mi pare il minimo)

                    2. empio lampante
                      guarda la differenza di trattamento fra lavoratori pubblici e privati
                      un doppiopesismo che grida vendetta
                      o ci iscriviamo tutti al sindacato dei dipendenti pubblici ?

                    3. sun… io chiamo fiori e tu rispondi picche… ora un toscano che non è comunista passi ma che non sappia giocare tresette noooooo… ah già che dico toscano, sei pisano

                    1. so che sei amante dei posteriori, ma se fai i processi alle intenzioni ti devo passare il gembriulino

                      (ho scritto ieri che la cosa mi preoccupava e non poco. Spero solo si tratti dell’istinto da topo di fogna di mieli che salta dalla nave che affonda)

                    2. ehi, l’hai fatto tu il processo alle intenzioni (di mieli)
                      (che a me disturba meno di altri, meno di battista, meno di polito, per restare a quelli in zona ‘corriere’)
                      per il resto, chi vivrà vedrà (a meno che non sia aleandro baldi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...