Manina d’opera

segnalato da Barbara G.

Bangladesh, le foto dei bambini nelle fabbriche di vestiti

Dormono, mangiano e si lavano all’interno di luoghi di lavoro disastrati. Viaggio tra i piccoli schiavi che confezionano abiti anche per l’Occidente.

lettera43.it, 01/12/2015

Il fotografo Claudio Montesano Casillas ha rivelato con il suo reportage le tragiche condizioni in cui lavorano i bambini del Bangladesh, costretti a vivere notte e giorno all’interno delle disastrate fabbriche di vestiti – spesso prodotti per brand occidentali – dove mangiano, si lavano e dormono (guarda la gallery).
Nonostante siano migliorati gli standard all’interno delle fabbriche regolari, le aziende non registrate che sfruttano i bambini non vengono ispezionate, diventando così delle vere e proprie trappole a causa delle misure di sicurezza praticamente nulle.

25 MILIARDI DI DOLLARI IN EXPORT ALL’ANNO. Spesso i grandi marchi internazionali subappaltano la produzione di vestiti a terzi, rendendo difficile sapere esattamente dove vengono confezionati.
Nel 2013 un incendio all’interno di una fabbrica fuori Dacca, la capitale del Paese, ha provocato circa 1.100 morti. Da allora i luoghi di produzione hanno registrato un miglioramento delle condizioni di sicurezza.
La produzione di abiti è la principale fonte di guadagno del Bangladesh, garantendo circa 25 miliardi di dollari in export all’anno.

Annunci

6 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...