Fermo e foglio di via per Lorenzo Baldino giornalista e candidato a Como

A quanto pare, non è più possibile manifestare.

[Arci - Giornalismo partecipato]

Una brutta storia, una vergogna per le istituzioni, la conferma dell’involuzione autoritaria dovuta  a norme liberticide e la sensazione che invece di occuparsi della sicurezza di ciascuno di noi le forze dell’ordine debbano occuparsi di perseguire proprio le persone sulle quali la convivenza civile, la democrazia, le libertà costituzionalmente garantite si fondano. Il fermo per 5 ore di Lorenzo Baldino, studente, giornalista de Il turpiloquio, tra i fondatori e candidato della lista di cittadinanza attiva La prossima Como, ed il  foglio di via che gli è stato consegnato per espellerlo da Villa San Giovanni sono un pessimo segnale.  C’è assoluta necessità di ristabilire la legalità attaccata da norme ingiuste e da interpretazioni da stato di polizia. Nel seguito il testo integrale del racconto di Lorenzo Baldino della vicenda di cui è stato vittima.  Leggi il foglio di via. [Foto di copertina in bianco e nero Gin Angri]

View original post 720 altre parole

68 comments

  1. Si sta prefigurando un finale interessante del sistema. Per salvarsi hanno adesso deciso di accettare il proporzionale (proposto dal m5s nel 2014 dopo svariate votazioni in rete tra i militanti: https://s3-eu-west-1.amazonaws.com/materiali-m5s/Testo+legge+elettorale+M5S.pdf) presentandosi in 3 gruppi distinti:

    – Il blocco nazista Lega+Fdi
    – Il blocco mafioso Forza Italia PD
    – Il blocchetto dei sinistrati “si salvi chi puo’ ”

    Con l’ovvio intento di ricompattarsi il giorno dopo le elezioni

    Evidenti anticipazioni si trovano spulciando le liste dei comuni: in molti del sud e del napoletano PD e Forza Italia si presentano gia’ insieme, stessa cosa la Lega + Fdi in molti comuni del nord.

    Il blocchetto dei sinistrati si prefigura come una mega lista-civetta per allocchi che si ritroveranno alleati di Berlusconi e renzini cantando un tango “Per una cadrega” propedeutico alla tangente accessoria e/o alla maturazione di pensioni, privilegi e vitalizi vari per le speranze dell’avvenire che fu (D’Alema, Bersani, Civati e via vomitando).

    La profezia e’ compiuta, e possiamo anche eliminare la scusa che viene e verra’ usata in questi casi: “io non sapevo”. Sappiamo tutti benissimo cosa sta succedendo, con un regime di associazioni private chiamate partiti che controllano l’informazione tutta piu’ montagne di soldi pubblici che stanno per essere messi di fronte alle loro responsabilita’ da dei cittadini che non si rassegnano ad abbassare la testa.

    C’era un solo modo per fermare il M5S: fare meglio, rigenerarsi e mettere fini alla degenerazione mafioso-partitocratica. Invece i soliti noti si sono avvitati in una spirale di auto-distruzione credendo che sia di sopravvivenza.

    Bouclez-la vieillards
    cessez de remuer votre langue morte
    entre vos dents de faux ivoire
    le temps des omnibus à cheveux
    le temps des épingles à chevaux
    ce temps-là ne reviendra plus
    à droite par quatre
    rassemblez vos vieux os
    le panier à salade
    le corbillard des riches est avancé
    fils de saint Louis montez au ciel
    la séance est terminée
    tout ce joli monde se retrouvera là-haut
    près du bon dieu des flics
    dans la cour du grand dépôt

        1. Non sono confusa.
          Prendo solo atto che i vertici autonominati del mov stanno tenendo contatti con i vertici cooptati del Pd.

          e pensare che in campagna referendaria anche il solo partecipare ad iniziative organizzate dai partiti di sinistra per i grillini era un’onta da lavare…

          1. Sei molto confusa, al momento della presentazione della proposta di legge sopra nel 2014 ci furono svariati incontri tra m5s (capogruppo parlamentari, come oggi) e PD, che poi mando’ in vacca per votarsi da solo l’incostituzionale italicum. Per andare a votare serve una legge elettorale

    1. Questa tua ironia , i tuoi giudizi sprezzanti e i tuoi futuri scenari politici “ad minchiam” li trovo francamente fuori luogo , inutili , dannosi e offensivi. Capisco il tuo fervore messianico di propaganda ai 5s e il timore che una sinistra unita possa diventare un competitor ma , prima di lanciare anatemi e scomuniche ci andrei un pelino cauto. Come dicevo a Charlie qualche giorno fa, i 5S non arriveranno mai alla maggioranza assoluta e , in mancanza di ballottaggio , avranno bisogno , in caso di vittoria parziale , di qualcuno disposto a sostenerli dall’esterno escludendo le alleanze. E chi potrebbe farlo secondo te? La Lega e la Meloni? Se lo pensi dillo e giuro che non ti darò del fascista.

      1. Al contrario , in realta’ sarebbe interessante ed auspicabile se una coalizione di vera sinistra arrivasse a piu’ del 10% in Italia e il M5S prendesse il 35%, che data la soglia di sbarramento permetterebbero di avere tra i 2 piu’ del 50% dei parlamentari. A quel punto sarebbe interessante vedere se quella coalizione di sinistra sarebbe pronta ad appoggiare un governo avente ministri principalmente tecnici con il mandato di realizzare un programma molto politico su punti evidentemente condivisi.

        Ma non succedera’perche’ mi spiace Mario dirti che una “coalizione di sinistra” tradotta nella Cosca D’Alema + la Coop di Bersani + il gruppetto di amici di Civati + Pisapippa stampella renzoide ecc. non e’ una cosa che trovera’ (a naso) un entusiastico riscontro di massa al momento delle elezioni. Se passano il 5% possono giustamente festeggiare coi fuochi artificiali, ma dubito succedera’ stante i personaggi attuali.

        Io capisco che per te la parola sinistra evochi una sorta di Eden comunista fatto di prati e fiori rossi dove le masse vivono e trombano felici unite nell’estasi suprema dell’amore – ma il triste risveglio e’ che i creatori di questa realta’ sempre virtuale (e destinata a durare in eterno) sarebbero i personaggi sopra.

        Il M5S arrivera’ primo partito alle elezioni con notevole distacco sul secondo, non so se con una maggioranza sufficiente a governare da solo. Verra’ comunque incaricato e formera’ un governo formato da ministri coi controcoglioni, ed andra’ in parlamento a proporre pochi punti ma sui quali teoricamente nessuno avrebbe niente da dire (tipo leggi anti-corruzione serie, conflitto di interessi ecc.) e punti forti di rilancio economico e sociale a partire dal reddito di cittadinanza.

        A quel punto si vedra’ chi e’ interessato o no a rimettere in piedi il paese – non ci saranno alleanze ma votazioni su provvedimenti parlamentari. Se non dovesse passare si tornerebbe ad elezioni e i partiti responsabili di questa ennesima perdita di tempo evaporeranno.

        E’ solo questione di tempo.

        1. Sono contento delle tue sicurezze su come andranno le votazioni e su quello che succederà dopo. A te i sondaggisti ti fanno una p….. Aggiungo solo una cosa: non ti lamentare dopo se quelli che prima hai dileggiato ( eufemismo) ti mandano affanculo quando chiedi il loro appoggio.

          1. Mario io non ho assolutamente ne le sicurezze ne l’aggressività (verbale) di Daniele ma non posso non riconoscere quantomeno credibile lo scenario da lui descritto; e non nego la speranza che una sinistra vera ed alternativa possa e voglia appoggiare, seppur esternamente, un eventuale governo a 5stelle su punti programmatici definiti, da sempre caldeggiati ma mai affrontati. Un’eventuale convergenza invece di supporto al governo dei berluscloni non lascerebbe altra possibilità a molti elettori di sinistra che scegliere tra i 5stelle o l’oblio

              1. Indubbiamente … corsi e ricorsi, la storia è fatta cosi … allora i 5stelle non giudicarono credibile il pd, nel caso vedremo se la “nuova” sinistra giudicherà credibili i 5stelle

                1. caro luigi, come possibile votante di quella sinistra, a me andrebbe anche bene se solo si facesse un governo politico, e non fintamente tecnico (anche se la storia ci ha dimostrato che se vogliamo far passare leggi scomode… ).

                  il compromesso va fatto al rialzo. se credo nella mia compagine, nei miei ‘nomi’, devo volere un governo 1) politico 2) in cui siano presenti rappresentanti dei partiti che partecipano

                  il perché l’ho spiegato nei miei vari interventi nei… secoli 🙂

                2. Luigi, detto molto sinceramente…
                  in qualità di “simpatizzante” (o meglio, militante, visto che di tempo ce ne dedico) della “nuova” sinistra, che crede fermamente nel fatto che tutti debbano avere pari diritti, la piega che ha preso il M5s relativamente alla questione migranti (e ong) mi fa inorridire, così come trovo assurdo che un partito che dichiara ai 4 venti che si affiderà ad alte figure professionali per i ruoli decisionali stia sposando teorie antivacciniste proposte da ciarlatani (per ignoranza o tornaconto elettorale? non so quale delle due ipotesi sia peggio). e questo limitandomi a questioni di maggiore impatto mediatico
                  Un tempo vedevo più terreno di confronto fra la sinistra e il M5S, Questo terreno si è drasticamente ridotto. Quello che resta è sufficiente? Non lo so, francamente dubbi ne ho.
                  Stiamo facendo i conti senza una chiara proposta di legge elettorale (l’accordo PD M5S FI esiste o no? su che testo? Il rosatellum quanto è stato modificato dagli emendamenti?). Nel caso, secondo me più che giudicare credibile qualcuno sarà da valutare chi è il meno peggio.

                  nb. Mettiamo anche che il M5S riesca a mettere su un governo di minoranza, la cui vita dipenderà da chi sta fuori dal governo. Prendiamo il tema migranti, che è quello più eclatante. Secondo te il mov con chi cercherà un accordo? con la sinistra o con la lega?

                  1. Con mozzarella di bufala antivaccinista letta nei tuoi siti di fake news ci puoi fare tante belle scie chimiche – siete come frottolo-Renzi, una balla dietro l’altra.

                    Su (alcune) ONG indagano 2 procure – o hanno preso una brutta piega anche quei magistrati come il TAR del Lazio?

                    Non vedo differenze tra la “nuova” sinistra (hahaha) e lo spaccone bufalaro Renzi

                  2. Barbara non credere che io mi trovi totalmente il linea con tutte le posizioni dei 5stelle, in più occasioni non ho avuto alcuna difficolta a paragonare l’uscita di Di Maio sulle Ong a quella di Poletti (curricula vs palestra) poiché entrambe, seppur supportate da un fondo di verità, non possono essere enunciate da personaggi che rappresentano le istituzioni e che rischiano, nella comune generalizzazione, di provocare più danni che benefici. Sul versante immigrazione invece trovo, al di là del racconto mediatico, che la posizione dei 5stelle, nel concreto, sia molto più vicina a quella della “sinistra” rispetto a quella delle altre forze politiche. Il punto fondamentale per me è pero la credibilità, potrò non essere d’accordo su tutte le posizioni ma so che non succederà che promesso x si faccia y. La mediazione ed il compromesso sono fondamentali ma la credibilità è indispensabile. Sui vaccini mi sembra che tutte le dichiarazioni pubbliche dei rappresentanti dei 5stelle siano favorevoli all’obbligatorietà dei vaccini ma trovo altresì necessario essere altrettanto favorevoli ad una campagna di sensibilizzazione sull’importanza dei canali di informazione verso i futuri genitori, le cose non vanno solo imposte devono anche essere spiegate

    2. stronzate.

      A cominciare dal tuo elenco di “blocchi” ad minchiam:

      Salvini e M5s sono nella stessa casella (lo hanno capito anche i bambini).

      Non so quanto tu sia in malafede e quanto di politica tu ci capisca un tubo.

      en passant.
      🙂

      1. Sì lo so è dura per te, ti capisco, ma con un buon psichiatra puoi reggere (uscirne è impossibile).

        http://www.ilquotidianodaybyday.eu/2017/03/18/comunali-dilagano-le-liste-pd-forza-italia-elettori-pavesi-scombussolati-il-dissenso-sugli-aumenti-delle-tariffe-di-pavia-acque-si-fa-sentire/

        http://ilgazzettinolocale.com/notizie/2017/04/14/candidatura-nata-laccordo-particolare-destra-sinistra/

        https://www.pressreader.com/italy/il-fatto-quotidiano/20170330/281681139715740

        E potremmo andare avanti tutta la sera – il blocco mafioso è una realtà e tu ne sei il degno rappresentante, don Marco ….

        Postami invece un caso uno del m5s alleato con chicchessia.

        Caro amico frottolo, vacci piano con le pasticche che ti dà il dottore

    1. Mi pare che i farmaci omeopatici siano detraibili dal 2007, dunque è inutile affibbiarle tutte le colpe. E d’altra parte, anche se in modo sgangherato, qualcosa di positivo lo ha messo in cantiere.
      Domanda, il peccato originale lo assegnamo al governo Prodi o riesci a trovare qualche antenato più antico?

  2. Avete votato per il regime e adesso vi lamentate? A me sinceramente preoccupa di piu’ il fatto che il regime controlli in maniera completa e capillare il sistema dell’informazione, tranne rarissime eccezioni. Solo grazie alla comunicazione in rete esterna ai media tradizionali stiamo riuscendo a scardinare questa dittatura de facto.

    1. La vedo peggio di come dici. Infotainment e regime si controllano a vicenda: il primo impone la forma del linguaggio, mentre il secondo ne impone il contenuto.

    2. beh, con la comunicazione in rete esterna ai media tradizionali circolano anche puttanate su vaccini che causano autismo, o si è fatto conoscere il sig. Stamina
      Per dire…..

      1. A volte la gente conversando al telefono dice delle puttanate. Cosa fai distruggi i telefoni? A volte spara minchiate colossali al bar – cosa fai, li chiudi tutti?
        L’intelligenza di saper scegliere le informazioni piu’ utili, di verificarne la fonte: questa evoluzione collettiva e’ l’unica arma che abbiamo per bupaddare l’infotainment, come lo chiama Charlie.

          1. …è il nostro ‘potere’ che si è ‘impigrito’ (per dirla in modo gentile).

            “Topi a Roma!”… se ne è parlato per 3gg, poi le “magliette gialle” e via intrattenendo…
            Nessuno (tanne me) ha speso 10 minuti per fare una banale ricerca “intervallo tra date” su Google e scoprire che le “emergenze topi” ci sono ogni 2 o 3 anni, ovunque a caso, con qualsiasi amministrazione politica.
            E questo vale per la maggior parte dei ‘tormentoni’ che ci tocca subire.
            E allora capisci che – i topi, siamo noi! –

          1. al contrario…
            Il dichiaratamente “di parte” lo puoi gestire frontalmente, mentre l’infotainment ti informa e intrattiene “da dietro”.

      2. Il tipo di stamina non è arrivato all’ospedale di Brescia grazie alla rete, ma sponsorizzato da Mantovani. É una vicenda oscura quella di stamina.

          1. Se non avessero fatto le infusioni a Brescia, non avrebbe avuto il seguito che ha avuto. Anche sui vaccini, io temo che il problema non sia stato causato solo dalla cagnare in rete.

            1. le campagne antivaccini ci sono da almeno dieci anni, io qualche servizio tv me lo ricordo. E, d’altra parte, la copertura vaccinale non cala da un anno all’altro.
              La rete comunque consente di diffondere in modo più capillare qualsiasi cosa, e per certe cose diventa una delle fonti principali di informazione. Molte neomamme cercano in rete informazioni sulla cura dei pargoli, magari prima di andare dal pediatra, e ti garantisco che ho trovato articoli antivaccini su uno dei siti per neomamme più frequentati. internet ti consente anche di trovare i (pochi) medici che soffiano sul fuoco del complotto di big pharma.
              La rete non è l’origine, ma è complice della diffusione di certe idee, che stanno assumendo i contorni di una religione

              per quanto riguarda stamina, mi viene da chiedere: chi mandava le persone da vannoni? come facevano i suoi clienti a sapere cosa faceva?

              1. Curiosamente il calo delle vaccinazioni ha cominciato ad accentuarsi nel 2012.
                Eh questa rete causa di tutti i male e questo popolo bue così stolto.

  3. Alla domanda “dove sta andando?” fatta da “straordinari servizi di controllo”, non si risponde mai “vado a manifestare”, bensì “ho un’amichetta a Catania che mi aspetta”.

    Ma ho visto di peggio. “A quanto pare, non sanno più manifestare”.

    1. However, è interessante che del ragazzo sia stato ordinato il rimpatrio nel comune di Como.
      Cosicché apprendiamo che non solo non è vero che “nostra patria è il mondo intero” (che, si sa, è un’esagerazione) ma neppure l’Italia. Bensì il comune di residenza. Non si smette mai d’imparare.

        1. E, a quanto scrivono, là dove ti possono trovare devi esserci per motivi familiari o lavorativi . Se vai a trombare fuori città non va bene. Il che lo trovo giusto, anche per rispetto dei maschi o delle femmine del luogo.

          1. Certo che se reagisci con uno “voi sbirri non avete il diritto di fermare un libero cittadino che va a manifestare contro i corrotti potenti del pianeta…”
            Quelli sorridono e pensano “grazie a Dio, ecco un altro girotondino“.

              1. Infatti il girotondismo e le successive manifestazioni di “pacifismo garantito” (tipo “popolo viola”) sono sempre stare percepite come comiche dai predecessori. La rimozione di qualsiasi conflittualità si chiama resa… o ‘scampagnata’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...