Tedeskellum

Annunci

135 comments

  1. Heiner (sotto diventa complicato rispondere)
    il problema è il pd in quanto non opposizione ad una destra (lasciamo stare berlu), ma per essere diventato destra, o quantomeno dc (e nell’eccezione peggiore del termine)

    senza pd e la storia di cui si serve per raccogliere voti, forse (e dico forse) potremmo sperare in un’opposizione con una visione opposta a quella destrorsa della politica degli ultimi 20 anni (forse più)
    il suo essere specchietto per le allodole lo rende più colpevole di altri partiti, tutto qua.

        1. Che c’è da puntoiterrogare? È abbastanza semplice…
          Oggi il PD non rappresenta quello che dici tu… non prende voti per nostalgia o altro…
          È già un altra cosa, c’è a chi piace me ne faccio una ragione ma non è dirimente…

    1. ma infatti vedrai che uno attento a queste cose e si ritrova un simil verdini capolista non è che comunque vota il pd.
      se lo vota è perché è convinto delle posizioni renziane o del partito.
      e così per i votanti di grillo o di berlusconi.

      (comunque, se con questa polemica riescono a introdurre le preferenze, per me tanto meglio. altrimenti gli argomenti proposti, anche quelli di pertici, mi paiono secondari rispetto alla legge nel suo complesso)

      1. è tutto secondario…
        ok ho capito.

        mettiti nei panni del cittadino comune, che questi giochetti non li conosce, che va a votare e si vota un candidato valido (o che reputa tale), e si trova eletto un altro. E piantiamola di parlare dl PD, lo stesso vale per gli altri partiti
        Come si può pensare che da questo possa anche solo conservarsi un minimo di fiducia nella politica?

          1. Miii che palle con sto mantra. Ho sempre votato solo per lamentarmi? Potevo astenermi prima. Poi tranqui, annullo la scheda oppure voto possibile, che nella mia circoscrizione equivale ad annullare la scheda.

              1. Ormai siamo rimasti quanti? Dieci? Potremmo risparmiarci le battute scontate, almeno tra di noi. Lasciamole a mc2 e a x.
                Seriamente, non potrò votare se il sistema elettorale sarà così opaco, volutamente reso opaco. Mi spiace.

                1. non è questione di battute scontate, e francamente io credo di poter esprimere il mio pensiero indipendentemente dal numero di frequentatori del blog (la cui diminuzione non ha certo a che vedere con le mie idee, o le tue)
                  aggiungo una cosa, e poi mi taccio. Non andare a votare perché il sistema è opaco vuol dire farli vincere a tavolino. E’ quello che vogliono. Il voto utile (per loro) oppure il non voto.
                  A questi papaveroni non frega una mazza di rappresentarci, basta esserci loro.
                  L’unico modo per contrastarli è esserci, ed esserci bene, con qualcosa di credibile (anche se il tempo stringe). Se si ha la possibilità di impegnarsi attivamente è meglio, ma se non si può… almeno combattere con l’unica arma disponibile, seppur spuntata: la matita copiativa

  2. dopo aver scritto tutto quello che ho scritto,
    continuo però a rimanere convinto che la stragrande maggioranza degli italiani (almeno quelli che votano i tre partiti più grandi) sia fondamentalmente maggioritaria.

    il fatto che proprio questi tre partiti si accordino per un proporzionale fa parte delle grandi menzogne della nostra politica (una delle tante), ma alla fine, dato che la soluzione mi pare migliore dei proponenti…
    meglio così 🙂

  3. due cose, o forse una:
    mi stupisce sempre la sicurezza (secomera, cit.).
    questo posso dire.

    solo venti anni fa pensare di difendere le preferenze (e io lo feci, semicit.) eri additato come mafioso.
    oggi sembra il contrario (e dagli stessi di allora, poi…). mah.

    seconda cosa (quindi sono due):
    io preferirei di gran lunga le preferenze. peccato. magari le introdurranno i vari partiti che le vogliono nel prossimo parlamento.
    ma nel frattempo, non è che ‘nella sostanza’ questo sistema sia così malvagio.
    innanzitutto ripristina il proporzionale (altro dato per cui venti anni fa eri guardato in cagnesco), e mette un limite al 5%.
    questo provocherà due effetti per me utilissimi, da preferire senz’altro a quelli del consultellum o del porcellum.

    per questo, in attesa delle future preferenze, meglio il tedeskellum (o come diavolo si chiama) di quel che c’è. e quindi, ottimo e abbondante.

    1. Sono per il maggioritario e considero la rappresentatività il male e la governabilità il bene. Peccato per lo sbarramento al 5%, se fosse stato al 20% ci saremmo tolti di torno un po’ di fastidioso rumore.

      1. beh, certo, le opinioni sono diverse.
        io metterei il proporzionale direttamente in costituzione. con il proporzionale in costituzione ci potremmo permettere anche l’abolizione del senato senza tanti piagnistei.

    2. Ogni cosa è anche figlia del suo tempo. Venti anni fa, anzi venticinque, uscivamo dal proporzionale e da un sistema che aveva usato le preferenze per intercettare i voti, renumerarli, controllarli. Oggi sappiamo che il maggioritario non è la soluzione di tutti i mali, soprattutto in un paese che è molto frammentato e nel quale, a stento si possono individuare tre macro gruppi.
      Io, da semplice elettore, se non sarò in grado d’individuare un legame diretto tra il mio voto e un potenziale eletto, non voterò.

    3. heiner, questa legge è una autentica porcata.
      Besostri (che se ne intende) sostiene che è a rischio incostituzionalità
      tieni presente che chi vince nell’uninominale si può veder passare davanti quelli del listino bloccato

      1. massì, ovviamente ci possono essere inghippi causati dalla malafede e/o incapacità (non escluderei).
        ma per il resto.. porcata qui, porcata là…
        io preferirei passasse (magari con qualche emendamento che potesse eliminare le incongruenze).
        perché quello che resta è per me di gran lunga peggiore. e trovare un accordo è difficilissimo.

        1. quindi siccome trovare un accordo è difficile facciamoci prendere per il culo?
          Da quel che ho capito (ma non ho ancora approfondito molto) il Rosatellum era meglio.
          Qui non abbiamo alcuna possibilità di scegliere i candidati…

          1. i candidati
            1) se vuole li sceglie il partito con primarie
            2) se il capolista è bloccato, sai che dovrai digerirlo, e se non lo digerisci voti altro o non voti.

            in ogni maggioritario pure non ti scegli il candidato.
            non riesco a seguire più. non so se mi sta più antipatico chi fa le porcate o chi ad ogni pié sospinto grida alla porcata (finché non governa lui, almeno. come provano fatti recenti).

            1. heiner, se fai due schede una con uninominale e una con la lista, nella lista devi poter scegliere.
              se hai uninominale + lista bloccata (una sola scheda, voto a uninominale esteso alla lista di partito), e tu scegli pure nell’uninominale senza avere garanzia che quello che tu voti possa passare perché chi è primo nel listino bloccato ha la preferenza mi spieghi che cazzo di senso ha?
              ci siamo lamentati delle liste bloccate del porcellum e ora ci va bene così?
              se vuole il partito fa le primarie?
              le primarie, viste le schifezze che sono saltate fuori, o le regolamenti per legge (e se metti l’uninominale sarebbe cosa buona e giusta) o non le fai

              1. e qui non si tratta di essere contro a prescindere, si tratta di chiedere un minimo di decenza. E’ il nostro accontentarci che ci ha portato a questa situazione. Siamo compici di questo scempio

                  1. vedi, antonella…quante volte hai visto qualcuno scendere in piazza seriamente per protestare contro le varie misure adottate dagli ultimi governi? io poche, molto poche
                    molti discorsi “meglio questo che niente”, se i lavoratori si fossero ribellati prima, ad esempio, forse non avremo assistito a questa precarizzazione selvaggia. Giusto per fare l’esempio più eclatante.

                    Adesso ci sarà la solita solfa del voto utile ovvero il contenuto intellettualmente più elevato delle campagne elettorali degli ultimi anni.
                    Ecco, mi aspetto che si faccia veramente il voto utile, ovvero non votare tutta questa gente, perché con il voto utile degli ultimi anni abbiamo creato questa situazione (e mi ci metto dentro pure io). In questo senso siamo complici

                    1. analisi errata.
                      il voto utile poteva essere ad esempio quello per bersani. berlusconi veniva sepolto, e in ogni caso avevamo bersani invece di renzi.
                      invece a quelli non piaceva perché c’era sel (e giù a votare monti) a quegli altri non piaceva perché era castoso, tutti zombi che andavano in tv, addirittura a ballarò (e giù a votare grillo) e così, per non volere il meno peggio, abbiamo preso (non dico dove) il meno meglio.

                    2. ti capisco, ma dico seriamente.
                      con questo non santifico bersani, ma tant’è. almeno (e dico almeno) una caspiata come la buona scuola ce l’avrebbe risparmiata. e forse anche qualche altra mancetta.
                      dopodiché, capisco che non sarebbe stato il massimo (bray).

                    3. @heiner, io ho votato sel alla camera. al senato il mio voto utile è stato votare PD perché non avevo capito bene il funzionamento della soglia di sbarramento, e non me la sono sentita di rischiare. Complice il mio voto, è stato eletto Pizzetti, il sottosegretario alle riforme, molto probabilmente uno dei siluratori di Prodi, e quindi di Bersani.
                      Questa è stata l’utilità del mio voto al senato

                      quanti anni sono che il pd (o chi per esso) non fa una campagna elettorale decente, puntando prevalentemente sul “altrimenti vince Berlusconi”?
                      Voglio un progetto politico e persone che si impegnano per metterlo in pratica

                    4. per questo tuo proposito, barbara, il proporzionale è ottimo.
                      non c’è più il ricatto del voto utile.

                    5. il proporzionale è ottimo se mi fai scegliere i candidati, altrimenti è una presa per il culo.
                      personalmente il rosatellum, a patto di togliere i capilista bloccati, poteva andare, perché metteva insieme le due cose (se aveva voto disgiunto)

                    6. heiner
                      il pd
                      è il pd
                      fino a che non capirai (o continuerai a non voler capire) che il problema È il pd di cosa stiamo a parlare

                    7. bello avere convinzioni così.
                      si vive meglio.
                      mi ricordi i bei tempi berlusconiani. via berlusconi e dai con le meraviglie! 🙂

                    8. mi accusi di “fanatismo contro”, ma non vedo la differenza del “fanatismo a favore”
                      bello avere queste sicurezze sul pd nonostante l’evidenza dei fatti (e si parla di evidenza dei fatti, non di opinioni)
                      io forse sogno, ma tu nascondi la testa nella sabbia

                    9. ma chi ha sicurezza sul pd? ahhhaa… 🙂
                      e poi di cosa ti ‘accuserei’?? guarda che stai facendo da solo.. non accuso nessuno di niente.
                      sì, hai la certezza che cancellando il pd si risolva chissà che, o che comunque debba essere una sorta di primo passo. per me non è così. questo non significa pensare che il pd sia chissà cosa.

                      il vero problema per me è che non sappiamo come uscire dai problemi che abbiamo. ecco, il primo passo per me sarebbe ammetterlo.

                    10. Rosato: “Dopo la legge elettorale non è nei nostri programmi un accordo con Berlusconi”

                      ecco un esempio di quello che proprio non sopporto. ho scelto un pd apposta.

                1. c’è chi si è fatto i conti, ma non è questo il punto
                  no è se conviene e a chi, è se fa schifo (istituzionalmente parlando, e non solo) oppure se è accettabile.

                  e invece sì che c’entra il nostro accontentarsi. C’entra qui, così come con tante altre cose, dalla precarizzazione selvaggia in giù

                  1. a parte le battute, andiamo al dunque.
                    proiezioni seggi.
                    suppongo che, pur considerando alcuni piccoli squilibri dovuti all’uninominale, tendenzialmente avremo una ripartizione proporzionale dei seggi.
                    quindi, se hai il 30% dei voti avrai (che so) 300 seggi
                    se hai il 28% dei voti avrai (più o meno) 280 seggi.
                    con il 13% dei voti avrai (più o meno) 130 seggi
                    se hai il 3% dei voti stai fuori.

                    a me già tutto questo mi piace un sacco.

                    1. metto nomi a caso, non so nemmeno dove sono accasati al momento, mi preme far passare il concetto.
                      ti mettono nell’uninominale Massimo Bray, nel listino bloccato nell’ordine: verdini, la picierno, rosato

                      passa verdini, bray a casa.
                      Ti piace?

                    2. da quello che ho capito, la precedenza spetta solo al capolista bloccato. quello è il vero candidato di punta.
                      poi segue eventualmente il candidato dell’uninominale.
                      quindi, seguendo il tuo esempio, se della tua circoscrizione ne passa solo uno, passa verdini.

                      mi piace? no, mi pare ‘na cagata.
                      ma basta conoscere il meccanismo e non è nemmeno peggio di altri. poi, ripeto: se su alcuni punti si trovano correttivi adeguati, meglio. ma intanto prendo questo. no consultellum, no italicum, no utopicum.

                    3. “basta conoscere il meccanismo”?
                      no, ciccio, non basta conoscere il meccanismo, perché non ci puoi fare nulla
                      se nella circoscrizione il pd + alleati va male tranne nel tuo collegio proprio perché ha un candidato della madonna, il suddetto candidato della madonna non è sicuro di essere eletto perché prima di lui c’è un condannato in primo grado che si chiama verdini

                  2. Ai rappresentanti del 95% dell’elettorato non fa schifo.
                    Ne prendono atto come l’opzione più realistica e fattibile.

                    Che faccia schifo a te o al tuo capo politico (c’è qualcosa che non vi faccia schifo a parte voi stessi?) è statisticamente irrilevante.

                    Che poi a sbraitare siano quelli che hanno fatto di tutto per arrivare a questa situazione, è assolutamente stucchevole.

                    en passant

                    1. mai!
                      Ho scritto che abbiano fatto un salto indietro di 40 anni e credo sia la cosa più stupida e desolante che potessimo fare.

                      Ma i responsabili di questa situazione hanno nomi e cognomi.

                      Che siano proprio loro a piagnucolare (anche un bambino poteva capire cosa sarebbe stato l’epilogo) è oltremodo irritante e mi fermo qui.

                    2. “Che poi a sbraitare siano quelli che hanno fatto di tutto per arrivare a questa situazione, è assolutamente stucchevole.”
                      no.
                      L’italicum lo avete votati VOI
                      è colpa VOSTRA

                      semmai, il popolo italico è colpevole di non aver fatto casino, ma, tornando al parlamento, mi pare sia stato messo il voto di fiducia (e, per inteso, a quel punto civati è uscito dal PD)

    1. Sono andata su wikipedia e ho cercato di capire come funziona il sistema tedesco. Mi sembra che quello che vogliono fare in Italia sia alquanto diverso. Nel sistema tedesco hanno due schede, noi ne avremo una, nel sistema tedesco i collegi uninominali sono circa 300, tutti gli eletti dei collegi arrivano in parlamento. I collegi sono designati in maniera tale che il numero di abitanti sia quasi uguale in tutti i collegi (quasi). Non ho trovato ancora spiegazioni su come verranno stabiliti i nostri che ho letto saranno 225 e non è sicuro che tutti gli eletti di collegio arriveranno in parlamento. Direi che di tedesco resta lo sbarramento al 5%.
      Ps: perchè Trento, Bolzano e Val d’Aosta dovrebbero votare con un sistema diverso dagli altri?
      Ps2: perchè alcuni di voi si ostinano ad aspettarsi meraviglie dai 5*, visto che non li votano e già hanno ampiamente illustrato problematiche e difetti?

  4. Ultima cosa e poi non commenterò mai più (non ne vale la pena): io nel blog di Civati e nella sua azione politica ci credevo, l’autore di questo blog si è adoperato nel rovinare uno spazio di dibattito che ho lasciato a malincuore. Le ragioni di questa sua attività le conosce solo lui. Le idee su qualsiasi argomento non sono un banale copia incolla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...