Ilham, la sarda senza cittadinanza

segnalato da Barbara G.

fonte: pagina Italiani senza cittadinanza, l’articolo è di Repubblica

Annunci

172 comments

  1. X SUN
    Basterebbe andare a ripescare alcuni miei commenti degli anni passati per sapere il percorso da me effettuato. 1) Sono uscito dal PD molto prima di Civati ( ai tempi schifosi delle elezioni per il PdR quando il PD ha fatto fuori prima Rodotà e poi Prodi). 2) Dal quel momento in poi le mie critiche feroci e gli sfanculamenti nei confronti di Civati sono stati all’ordine del giorno.3) Di tutte le schifezze del governo Renzi Civati non ne ha votato quasi nessuna ( spesso rifugiandosi nell’astensione o uscendo vigliaccamente (te lo concedo) dall’aula. Detto questo veniamo al presente. Dalla sua uscita Civati ha creato un movimento che , una volta appurati contenuti e modo di procedere, ha ottenuto il mio consenso e il mio appoggio (sempre critico e lo sottolineo). Le idee e i progetti di Civati possono piacere o non , possono essere discutibili o da rifiutare in toto.Per carità non stiamo neanche a discuterne. Ma vorrei che su questo si discutessi non sui peccati passati veri o presunti di Civati.
    PS Puoi anche insultarmi. La mia stima e ik mio voler bene nei tuoi confronti non verrà mai meno.

    1. veramente ho detto che dovresti ricevere le scuse dai “capoccioni” del movimento (a meno che tu non sia uno di loro, ma mi sembra di aver capito di no)
      Il “bersaglio” del mio commento non è civati in particolare, parlavamo di come un movimento “nuovo” dovrebbe organizzarsi per avere credibilità verso i possibili elettori e uno dei principali requisiti era il tempo. Abbiamo visto che il tempo non c’è, allora abbiamo una serie di personaggi che si stacca (chi prima chi dopo) dal pd o da altri partiti che da 3, 4 lustri seguono un percorso che definire “di sinistra” mi sembra poco credibile.
      adesso per l’urgenza delle elezioni alle porte, non hanno altro modo di dimostrare la loro buona fede che chiedendo di fidarci di loro. Come se il passato non esistesse.
      Beh, a queste persone, che chiedono agli elettori, di firmare l’ennesima cambiale in bianco, fare un bagno di umiltà e chiedere scusa per non aver “capito” prima, non mi sembrerebbe un’eresia.

      per civati ti chiedo, come ho scritto ieri, visto che il pd è il pd da sempre, civati:
      a) pensava di cambiarlo sin dal primo giorno in cui è entrato
      b) gli andava bene com’era
      c) non si era accorto di com’era ?

      mi piacerebbe “VI” rispondesse a queste domande, visto che siete voi che fate il lavoro sporco per lui.

      1. Io un “capoccione” del movimento? Per carità , Sun . Non sono un capoccione neanche a casa mia………………Su Civati. Ti confesso che la tua domanda un pelino mi sorprende. Sembra quasi che le quintalate di commenti sul ciwati non le abbiamo mai fatte. Pro e contro , sia chiaro. Per quel che mi riguarda posso dirti che la mia adesione ai comitati pro-civati per la segreteria del partito nasceva proprio dal desiderio di un radicale cambiamento del partito stesso e il programma di Civati andava in quella direzione.

  2. @ barbara e a seguire Mario, Andrea
    Se io o altri nonostante le vicinanze di area siamo critici nei confronti del progetto non vuol dire niente, fate bene a crederci e a dare una mano, io personalmente non nutro più grosse speranze ma è una riflessione molto personale…
    @ Sun
    Non sono d’accordo sullle scuse, credo che se c’è la buona fede, le varie scelte siano state fatte perché in quel momento si pensava che fosse giusto così, il Pd nasce da una spinta anche popolare, indotta o meno il vento spingeva in quel verso, e ognuno ha partecipato con le proprie motivazioni e speranze… altra cosa sarebbe una riflessione critica e politica di più di vent’anni di storia, ma anche qui non nutro speranze…

    1. Guarda che il problema non sono le critiche, che vanno benissimo.
      Sono certi toni, usati ripetutamente nel tempo
      È il fatto di criticare ancora prima di sapere, la sensazione che, una volta smontato (o indebolito) un argomento se ne debba trovare subito un altro per confermare il parere negativo.
      Provocazione: Sembra l’approccio Novax applicato alla politica e ai rapporti sociali
      Così non si va da nessuna parte.

    2. Marco guarda che i primi critici nei confronti del “progetto” siamo noi. E’ ancora allo stato larvale e non è affatto sicuro che vada in porto. E se anche dovesse arrivare attendo di vedere come e con quale progetto arriva. Però dire a priori che è comunque sbagliato magari perchè potrebbe andare a confliggere col proprio schieramento politico o per altri motivi meramente di principio lo trovo ingiusto ed eticamente sbagliato. Io cerco di non farlo mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...