Panchine

Dedicato a Heiner

Annunci

127 comments

  1. A Roma (X municipio) M5S straccia nazifascisti 61% a 39% – m2c faceva il tifo per i nazifascisti e il clan spada che sosteneva l’ex presidente PD ingabbiato per mafia e già condannato a cinque anni. Sinistrati non pervenuti. Questo lo specchio della situazione politica in Italia.

  2. Oggi ho intravisto Bersani dall’Annunziata e per il modo di raccontar cose, il richiamo a Berlinguer e dintorni, temo che di elettori sotto la quarantina ne rimedierà giusto qualche decina.
    Qualche giorno prima del suo confronto coi cinque stelle, per me, era un grande della politica ma oggi, mi auguro che si ritiri a far altro.

    1. Non ho visto Bersani dall’Annunziata ma in generale a me l’uomo pare sincero e qualche cosa di buono nella sua carriera politica l’ha fatto. Ora, sì, un problema può essere lo stile. Ma nell’ultima sua campagna elettorale mi pare che, probabilmente mal consigliato dai soliti esperti d’immagine, ne abbia adottato uno non suo, con risultati piuttosto penosi. Ma l’altro problema è che un certo giovanilismo tutto mediatico, privo di vera storia, visione e contenuti, abbia prodotto più danni alla politica di sinistra che certi vecchi (D’Alema escluso, che mi pare degno di Renzi quanto ad alterigia).

      Pensavo a una cosa (fantapolitica?) in questi ultimi giorni. Cioè che, mentre un po’ tutti i partiti sono pronti a qualsiasi alleanza anche innaturalissima, gli unici due che persistono (il primo nei fatti, l’altro ancora un po’ a parole) nell’intransigenza sono M5S e MDP.
      E ritorna alla mente l’infausto primo incontro con i cinquestelle, quando la mia opinione, che confermo, fu che M5S perse, forse volontariamente, una grossissima occasione di un’alleanza circa alla pari con il PD dalla quale poteva venir fuori qualcosa di buono.
      Che sia il momento di fare un passo indietro da parte del M5S? E un passo avanti da parte di MDP?
      L’ho già detto: temo sia fantapolitica.

      1. Comunque, ad onor del vero, devo anche ricordare l’inescusabile ingenuità (?) di Bersani circa lo stato del PD che lo indusse a dire e ripetere, circa: “Il PD è casa mia e dovranno chiamare l’esercito per cacciarmi”.
        C’è voluto molto meno. E neppure per cacciarlo, in senso stretto. Solo per schifarlo abbastanza (a ragione o torto, ciascuno la pensi come vuole).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...