La Boschi no

Appello a Renzi: non candidare Boschi

di Luca Di Bartolomei – strisciarossa.it, 5 dicembre 2017

Bisogna che sia chiaro, proprio nel momento in cui per speculazione elettorale i grillini e la Lega chiedono le dimissioni di Maria Elena Boschi: la sottosegretaria è fuori da ogni indagine, è estranea così come il governo con le sue azioni da responsabilità. Ma vorrei porre una domanda a Matteo Renzi: vogliamo davvero affrontare la campagna elettorale con sul tavolo questa fonte di aggressioni, polemiche, continuo scambio di accuse?

Io penso di no e penso che per sminare il terreno sarebbe bene se Renzi chiedesse alla Boschi un atto di generositá: la disponibilitá a non candidarsi alle prossime politiche. Capisco sia molto difficile visto lo strettisimo rapporto politico e umano che un leader ha verso le persone a lui più vicine, quelle di cui più di tutte si fida e nelle mani delle quali consegna spesso responsabilitá importanti. Peró credo che sarebbe davvero un atto dirompente, uno di quelli che dimostrano amore verso il proprio partito e ricambiano di quanto la nostra comunitá ha offerto loro in questi anni di battaglie durissime.

So (e comprendo) l’obiezione per la quale la non candidatura per accuse tutte da dimostrare nei confronti non già della sottosegreteria bensì del di lei padre sarebbe una resa al populismo giustizialista. Ma se è il Pd a rovesciare le carte l’effetto politico sarebbe inverso. Ci stiamo avvicinando ad una campagna elettorale che segnerà uno spartiacque fra il Paese che conosciamo e quello che verrá: in una situazione di polarizzazione frammentata, di confusione così pazzesca sarebbe opportuno presentarsi come una “forza tranquilla”, evitando magari di porre in lista per questo giro persone che per la loro recente storia – diretta e indiretta, positiva e negativa – hanno prodotto così tante divisioni nell’opinione pubblica italiana.

Politicamente parlando chieder loro un po’ di generosità inserendo in lista magari tutti quegli amministratori locali di piccoli comuni abituati a fare coi modi di chi sa comporre nell’interesse di una comunità sarebbe un segnale di grandissima forza e porterebbe, di certo, molti più voti in una lotta contro le destre che oggi ci vede assai indietro.

Annunci

141 comments

    1. Lo scegliera’ il Pd se e dove candidarmi, io mi auguro in Toscana alla Camera”. Cosi’ Maria Elena Boschi, a Otto e mezzo, alla domanda se si ricandidera’ o meno, come invece le chiedono i 5 Stelle.

      potentissima….

      1. L’unica colpa di Maria Elena, come ella medesima ha dichiarato dalla Gruber, è di essere odiata dal dottor Travaglio. Il quale la odia fin dall’inizio perché donna. Il quale dovrà anche rispondere delle affermazioni fatte durante la trasmissione, brrrr! [sempre che i suoi legali scelgano di querelarlo, non è lei a decidere].

          1. Mah!, “figlia di banchiere”: il babbo, almeno dalle difese che accampa, pare essere stato in banca la perfetta sintesi delle tre scimmiette sagge. Non proprio un Cuccia. Semmai uno a cuccia.
            “Gnocca”. la qualità, transeunte per definizione, è opinabile. Questione di inquadrature e confezionamento del prodotto. Ma probabilmente è ed è stata considerata talmente tale da indurla a ritenere inconcepibile che qualcuno la snobbi o, Dio non voglia, ne discuta affermazioni e comportamenti.
            “Renziana” sì. Almeno risulta. Ma di renziani ce n’è una discreta quantità, mentre pochi/e sono quelli/e che si sono meritati/e tanta e tanto discutibile luce dei riflettori. Ma dev’essere successo a sua insaputa.

            1. Giusto per distoglierti dalla noiosissima vicenda della gnocca e vista la tua sensibilità sull’arroganza di Renzi, come giudichi il candidato premier dei cinque stelle che:
              1) ha evitato il confronto con Renzi.
              2) ha evitato il confronto con Salvini.

              1. Nessuno dei due che nomini e’ candidato premier. Renzi e’ un buffone in disgrazia che sta completando la missione di far estinguere il PD: il candidato premier della coalizione bonsai del fu cx e’ Gentiloni.
                Salvini e’ lo scagnozzo acchiapavoti di razzisti e fascisti che sostiene l’alleanza di cui il condannato sotto processo Berlusconi e’ candidato premier.
                Per cui i confronti se ci saranno dovranno essere tra Di Maio e Gentiloni è Berlusconi.

                1. A me risulta che Renzi sia ancora candidato premier e comunque sia ho il sospetto che il vostro personaggio semplicemente scappi perchè, finchè si tratta di essere papalizzato dai media nostrani è tutto semplice ma, dover sostenere un confronto con qualcuno che magari t’incalza richiede qualcosa di più importante (il cervello).
                  Il fatto che tu creda che per la seconda volta eviti un confronto per ragioni nobili, non mi sorprende. Stiamo a vedere se sta cosa se la bevono anche gli elettori.

                    1. Mi pare difficile non ammettere che, lanciato il guanto di sfida a Renzi, Di Mario si sia poi sottratto facendo una magra figura.
                      Sul confronto con Salvini non sono aggiornato.
                      Se si difendono i “nostri” ad oltranza non si fa che essere lo specchio di quanto fanno gli altri con i “loro”.
                      OK, in guerra come in guerra, ma allora è comprensibile che il PD difenda Renzi e Boschi contro ogni logica.

                    2. Ops!

                      Di Maio

                      Tra l’altro mi era sfuggito che il tuo commento “giusto per distoglierti …” era diretto a me.
                      Dunque la risposta deve essere più diretta:
                      del confronto Di Maio – Salvini non sono al corrente.
                      Del mancato confronto Di Mario – Renzi confermo che secondo me Di Maio ha fatto una pessima figura, tra l’altro facendo un regalo all’avversario.

              2. Furbo direi … conosci i vecchi aforismi

                1) “Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza” (Oscar Wilde)
                2) “Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza” (Arthur Bloch)

          2. Mai lette tante stronzate in tre righe. Non sto qui a ribadire situazioni già note che la rendono politicamente indifendibile. Tranne che a voi renziani ovviamente. Continuate pure : state caricando a pallettoni le armi dei vostri avversari. Contenti voi………………………….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...