Giornata internazionale della donna: 5 libri da leggere

Scaffali da leggere

Oggi è l’8 Marzo, data in cui ricorre la giornata internazionale della donna, istituita per celebrare le conquiste sociali e politiche fatte dalle donne in questi anni. Sicuramente sulla questione diritti sono stati fatti degli enormi passi avanti, tuttavia siamo ancora lontani dall’effettiva parità tra uomo e donna, per questo voglio consigliarvi 5 titoli scritti da donne e che parlano di donne, per riflettere sulle conquiste ottenute e sulle lotte che ancora oggi è necessario portare avanti.

Non potevo non partire che consigliandovi Manuale per ragazze rivoluzionarie di Giulia Blasi, una vera e propria guida ai temi caldi del femminismo: dal patriarcato al sessismo, dalla questione linguistica al concetto di bellezza fino ad arrivare al fondamentale capitolo Feminist FAQs, nel quale Giulia mette insieme domande e risposte alle obiezioni e ai luoghi comuni riguardanti il movimento femminista.

Il secondo libro è una graphic novel che attraverso…

View original post 239 altre parole

1.157 comments

  1. Sistema informativo di regime spiegato in 4 linee

    Corriere della sera: 523 articoli su « spelacchio », di cui molti in prima pagina a nove colonne. 3 articoletti, gli ultimi come trafiletti in fondo, per l’orrore di Bibbiano e il sistema PD in Romagna di rapimenti di bambini.

    1. non so cosa sia successo, attendo la fine delle indagini ed eventuali processi. Quello che so, è che chi usa questi argomenti per propaganda politica, lasciando affogare tranquillamente altri bambini non è un coglione, è una merda.

      1. Magari affogassi tu merdaccia – il tuo problema è che in quanto merdaccia galleggi.

        Per continuare sulle deviazioni del sistema disinformativo in Italia: oggi rinviano a giudizio per le mazzette delle stadio della Roma 2 esponenti del PD e 1 di Forza Italia. Le gazzette di regime riescono a dare la notizia rimpicciolita facendo sparire la parola PD …. e la merda continua a galleggiare cazzo … hahaha

    2. il sistema PD in Romagna di rapimenti di bambini.

      Direi che ci sono eccessi propagandistici che fanno torto alla tua intelligenza.
      Leggo oggi che l’associazione Hansel & Gretel è stata beneficiaria di una parte di un assegno del M5S del Piemonte a varie onlus. Quanta parte non si sa, ma è irrilevante. A meno che non si tratti di un falso (cosa che si può sempre affermare ma occorrerebbe provare) seguendo la tua logica dovremmo affermare che il M5S è complice di ‘rapimenti di bambini’. O, al minimo, che ha distribuito soldi a casaccio.

      Al momento sappiamo troppo poco della vicenda degli abusi degli psicologi & Co. Purtroppo non c’è che la magistratura che può chiarire (si spera) e possibilmente in tempi non biblici. Quello che mi è difficile immaginare è che, essendo gli indagati davvero molti, nessuno di loro abbia sentito il dovere, se abusi ci sono stati, di denunciarli, magari anche solo anonimamente. Si tratta di una materia troppo grave perché l’eventuale interesse a non ‘cercare rogne’ o ‘rischiare di perdere il posto’ abbia tarpato le coscienze a tal punto. Comunque vedremo.
      Non va trascurato il caso della chiusura della dolorosissima vicenda ‘Veleno’ riguardante presunti casi di pedofilia e satanismo, conclusasi con numerose assoluzioni e, mi pare, oggetto attualmente di revisione giudiziaria.

  2. Ho appena finito di rileggere ‘L’ospedale dei dannati’ di Stanislaw Lem. A un certo punto il protagonista ricorda una fiaba:

    Narrava di un monarca, padrone di un regno sterminato e la cui voce veniva ascoltata per un raggio di mille miglia. Un giorno che, annoiato, si era addormentato sul trono, i cortigiani avevano deciso di spogliarlo e di trasportarlo nelle sue stanze. Quando gli avevano tolto il manto d’ermellino, era apparso un mantello purpureo trapunto d’oro. Sotto quello una veste di seta ricamata a soli e stelle. Sotto di essa un vestito incrostato di perle. Poi un altro, lampeggiante di rubini. Avevano continuato a toglierli un vestito dopo l’altro fino a formare un grande mucchio iridescente. Allora si erano guardati spaventati esclamando a gran voce: “Ma dov’è il nostro re?” Davanti a loro stava sparpagliata una serie di vesti preziose, ma non si vedeva traccia di esseri umani. La fiaba si chiamava ‘Sua Maestà, ovvero la cipolla sbucciata’.

  3. …e il nostro eroe si arrese all’evidenza quando ad una conferenza sulla conquista della posizione eretta si presentarono solo informatori medico-scientifici della Pfizer.

    (Glossa marginale-depressiva all’ultimo scambio di commenti).

            1. Una battuta evidentemente non riuscita.
              Si spera che di una compagnia aerea almeno i velivoli “tendano all’alto”.
              Quanto ai conti, si vedrà. Ma peggio di così…
              Non è la peggiore delle vicende, ma questi continui ‘salvataggi’ dovrebbero stomacare. Ma ormai digeriamo di tutto, a quanto pare. Pure il titolo di nuovi “capitani coraggiosi” ai Benetton.

                    1. Quanto cazzo hai ragione… Hafsia Herzi me lo fece diventare di marmo quando vidi questa scena al cinema! 🙂 Per chi volesse vederlo, il film da cui è tratta si chiama Cous cous, ed è una vera cannonata.

                1. non vorrei sembrare il moralista che non sono (credo), ma questi simpatici commenti nella pagina della giornata internazionale della donna, mi fanno quantomeno strano. Parere personale, se il tuo blog è così da 11 anni è il giorno della marmotta di un quattordicenne.

                  1. Magari i miei apprezzamenti possono risultare volgari, ma sicuramente non offensivi. Comunque prova a guardare i commenti al mio ultimo post… lì sì che mi sono scatenato a condividere foto di strafighe e a commentarle in modo triviale! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...