Giornata internazionale della donna: 5 libri da leggere

Scaffali da leggere

Oggi è l’8 Marzo, data in cui ricorre la giornata internazionale della donna, istituita per celebrare le conquiste sociali e politiche fatte dalle donne in questi anni. Sicuramente sulla questione diritti sono stati fatti degli enormi passi avanti, tuttavia siamo ancora lontani dall’effettiva parità tra uomo e donna, per questo voglio consigliarvi 5 titoli scritti da donne e che parlano di donne, per riflettere sulle conquiste ottenute e sulle lotte che ancora oggi è necessario portare avanti.

Non potevo non partire che consigliandovi Manuale per ragazze rivoluzionarie di Giulia Blasi, una vera e propria guida ai temi caldi del femminismo: dal patriarcato al sessismo, dalla questione linguistica al concetto di bellezza fino ad arrivare al fondamentale capitolo Feminist FAQs, nel quale Giulia mette insieme domande e risposte alle obiezioni e ai luoghi comuni riguardanti il movimento femminista.

Il secondo libro è una graphic novel che attraverso…

View original post 239 altre parole

1.157 comments

    1. Hanno fatto bene a rispondere picche. Sono tutte stronzate. Colpevolizzare i singoli, quando a livello politico non si è mai deciso nulla, e si sa da trent’anni del riscaldamento globale, è piuttosto meschino e sa di guru.
      Bisogna avere il coraggio di scelte impopolari e capire che l’uso di aerei e auto ovunque, tornerà un privilegio per ricchi, a meno d’inventare una sorta di carte annonarie con relativa nascita di mercato nero.

      1. E’ stata come una sera in famiglia.
        Poche immagini scientifiche e molto domande più o meno interessanti.
        Mercalli è un tipo pratico e con idee precise.
        Certo le scelte politiche sono le più importanti e decisive ha detto. L’ultimo ministro francese dell’ambiente(secondo Lui molto comptetente) si è dimesso perche’ non lo lasciavano lavorare.

        Pero’ qualcosa lo possono fare anche i singoli (piccole cose) se vogliono. Credo con un semplice test Mercalli volesse dimostrare le difficolta’ di cambiare il modello di societa’.

        In una discussione con un signore (marxista) ha detto che la cosa più difficle è trovare un modello di sviluppo che possa funzionare in un contesto di cambiamenti climatici epocali e ha citato come esempio il libro l’economia della ciambella di raworth (non ho letto).

        C’e’ stata una domanda anche sullle scie chimiche.

  1. commento di un diciassettenne (ieri mattina al bar ora ingresso scuola)
    “Non è più tempo di fare il pesce in barile”

    #lasardinasardonica

        1. Nell’angolo dove ero io. La piazza era pienissima. Non riuscivo a camminare.
          Direi ragazzi/ragazze sui 17/20 anni circa, Ho pensato ad una gita scolastica di massa. Mescolati a gente di eta’ varia.

  2. https://www.ilpost.it/2019/11/21/general-motors-fca/

    Quindi mesi e mesi di sviolinate sui media a Marchione e al suo gruppo e adesso…

    Questa attività, proseguono gli avvocati, avrebbe permesso a FCA di pagare salari più bassi rispetto ai concorrenti e di utilizzare un numero maggiore di lavoratori temporanei e contratti di secondo livello, meno garantiti e retribuiti. General Motors ha quindi fatto causa a FCA, accusandola di aver ottenuto un vantaggio commerciale indebito grazie alle sue attività illegali.

    Immagino comunque che la general motors non si muova per beneficenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...