790 comments

  1. riprendo qui per marco Heiner e anto che ha fatto l’ultimo commento

    ho scritto che la forma “ha sostanza”, il mio discorso parte dal primo commento ad Heiner, a contestargli che Berlusconi ha “iniziato” lo sfascio.
    mettiamola così, Berlusconi ha sfasciato la forma, ma lo sfascio della sostanza era già arrivato (nella mia visione, forse la forma è stata l’unica cosa effettivamente in essere, la sostanza non è mai cambiata molto, niente da sfasciare).

    a questo punto, mi rendo conto, forse berlu ha sfasciato l’unico passo avanti fatto, la forma, e quindi Heiner ha in sostanza ragione.
    Dalla forma si poteva andare avanti o tornare indietro, con berlu siamo tornati indietro.

    e comunque marco ha torto, a prescindere

      1. (non so perché è finita qui, però, chissà, boh…. va bene uguale. sarà che ho iniziato a fare i cheesecake – sono già in mood lockdown – e quindi il pensiero si confonde con gli attuali sviluppi elettorali…)

  2. … ho lavorato, dopo l’università, in un’azienda italiana famosissima in germania per vino e cibo biologico. si tratta di ere fa, ma comunque….

    quando spiegavo a qualche conoscente tedesco che quel che stavano bevendo era tutt’altro che biologico, anzi, non si trattava nemmeno del vino che lì veniva descritto, per non dire dell’annata, si arrabbiavano con me. avevo rotto un piccolo sogno, e il colpevole ero io. mi è capitato diverse volte. magari la psicologia ha una spiegazione tecnica per questo fenomeno (sun potrebbe chiedere a colvieux, io ancora non ho twitter … ma chissà, ci sto pensando).

    comunque, mi è tornata in mente quest’esperienza pensando agli usa, adesso

    1. si una chiave interessante… ma direi anche come dicevi di Berlu apripista (che concordo)… in non accettare più regole comuni, condivise… se ognuno gioca senza arbitro e con il suo pallone, difficile capire chi ha vinto…

      1. non vorrei rovinarti il sogno, come scrive sopra Heiner per il vino (a proposito, posa il fiasco), ma le “regole comuni e condivise”, erano parecchio sfanculate anche prima del berlu.
        Con qualche ipocrisia in più, ma sfanculate di brutto.
        Scusa, colpa mia.

        1. prima era sfanculato il codice penale, ladri, assassini, meretrici etc etc sono sempre esistiti, altro attaccare i pilastri del vivere insieme per scopi utilitaristici…

              1. ne faccio uno io inverso:

                dal 1976 era prassi che governo e opposizione si “spartissero” camera e senato.
                berlusconi mise fine a questa prassi (pivetti e scognamiglio) e da allora addio.

                bene? male? ipocrisia prima e franchezza dopo?

                qui si potrebbe però parlare anche dell’importanza della “forma” (anche ipocrita) nei rapporti sociali e istituzionali, e in effetti è una questione a cui sto pensando da quando ho letto i commenti di sun,

                ma porta lontano.

                1. il punto per me è che ci sono dei momenti storici che segnano rotture simboliche (anche se poi diventano molto concrete) all’interno di un continuum.

                  quindi: è ovvio che berlusconi sia un prodotto. che non nasce dal nulla. e l’analisi delle cause è interessante. e in parte sun mi pare che abbia ragione. poi andrebbe approfondito.

                  ma è anche vero che berlusconi segna un punto di rottura (anche di palle) per molti aspetti della nostra vita politica.
                  e a un certo punto l’analisi delle cause ha rilevanza storica, ma la rilevanza politica ce l’hanno le politiche in atto. che non possono (mai, forse) essere giustificate, ma soltanto approvate, criticate o condannate.

                2. Heiner, ammetto che la “forma” in molti casi diventi sostanza, specialmente in politica avendo a che fare con il bene pubblico. Anzi, penso sia importante il rispetto della forma e che abbia la stessa importanza della sostanza in molti casi.
                  Ciò nonostante la sostanza resta comunque più importante della forma (l’effetto che la sostanza ha rispetto alla forma nella vita reale). Questo è quello che intendo, quando dico che berlu ha reso lo sfascio evidente, ma che anche prima, mascherato dalla forma, lo sfascio era già iniziato da decenni

              2. boh, per stare larghi:
                – P2, con strategia della tensione e servizi deviati annessi
                – mani pulite, uso del potere per interessi privati (dove i più “puri” per privato intendevano il partito e gli altri il proprio conto in banca)

                ripeto, maggiore ipocrisia di facciata, ma rispetto per regole e degli altri, pari a zero

                1. P2 e servizi SEGRETI deviati sono cose occulte, non rivendicate come il “BENE” contro il “Male”…
                  mani pulite e uso del potere per interessi personali : certo da codice penale, inizia li con Craxi (che è l’embrione del berlusconismo) rispondere alle accuse, ai fatti buttando l’intero sistema nel cesso, “sistema” intendo il sistema di garanzie democratiche…

                  1. non so se mi spiego, Trump ( per fare un esempio corrente) mette in dubbio dei voti (postali) e guardate bene che la manovra era già iniziata prima delle votazioni, sapendo benissimo che quei voti saranno in larga maggioranza democratici ( da sempre ma in questo caso con il covid è ancora più palese il perchè siano democratici) invocando una vittoria scippata da complotti del sistema contro il popolo (cioè lui stesso), invocando l’attentato alla libertà… con varie declinazioni e situazioni differenti è quello che sta accadendo nel mondo occidentale negli ultimi anni,

                  2. marco, in parte rispondo sopra (ad Heiner), i due esempi servono a dire che la facciata aveva una bella tinteggiatura, ma era marcia sotto da tempo.
                    Come ho scritto sopra, la forma è sostanza, ma mentre la forma rimane immateriale, la sostanza ha effetto sulla vita reale ed il marcio, anche se profuma, è marcio. Mi sembra la barzelletta del re nudo. Ci aggrappiamo all’immagine dei bei vestiti per non accettare di aver sempre vissuto nella stessa situazione (di merda, direi), solo perché “esteticamente” si presentava meglio.

                    1. faccio altro esempio allora… ma il razzismo o suprematismo bianco che è stato sdoganato nella forma non pensi che abbia effetti di sostanza?

                    2. forse una differenza tra forma e sostanza che potrebbe accettare meglio:

                      forse che vantare la precarietà del lavoro non comporta prima o poi anche la sua applicazione pratica?

                      o vantare il privato contro lo stato?

                      🙄

                    3. Un esempio sul fatto che la forma influisce sulla sostanza: i fautori della grammaire inclusive sostengono che il fatt che il maschile prevalga sul genere femminile non è solo forma, ma che le regole della grammatica francese ( che sono simili a quelle italiane) furono codificate proprio con l’intento patriarcale di sancire l’inferiorità del sesso femminile.

    2. Veramente a me ha fatto venire in mente i piagnistei dei governatori (la zona rossa non è colpa del numero dei contagi ma è di Conte)

  3. Ieri il nostro Sindaco dopo la diretta settimanale ha detto che cercheranno una soluzione per le biblioteche.

    Le proteste sono state numerose, giustamente alcuni hanno rilevato che anche molti anziani vanno in biblioteca a prendere libri e in un periodo cosi, la lettura e’ un balsamo.

    Quindi credo si arrivera’ la prossima settimana “al libro da asporto” su prenotazione.

  4. Italiano Medio

    ieri giro in bici e pausa caffè al bar della puppona (a voi immaginare perché ci fermiamo sempre li).
    La ragazza, a parte notevoli doti fisiche, attacca sempre pipponi contro gli immigrati, il governo etc etc.
    Ieri discutevano dei tamponi a pagamento, del governo che ci guadagna (?) etc etc.

    Un tizio, in “divisa” da muratore, accanto a me, inizia a dire ” a me il governo non ha dato niente e io non gli do niente”, poi insiste ” anche le mascherine, mi hanno chiesto 50 centesimi a mascherina e le ho lasciate li. Loro non mi danno niente, io soldi al governo non ne do”
    A quel punto gli chiedo “ma i 600 euro li hai avuti ?”
    lui “si, due volte. Ma non i 1000 e niente a fondo perduto. Però sono stato un mese senza lavorare”
    io “scusa, ma se non hai lavorato un mese e hai avuto 1200euro ci puoi stare. E poi, le mascherine, qui in toscana, le hanno sempre distribuite gratis. Ora dovrebbe esserci una nuova distribuzione”
    lui “si ho sentito. Ma bisogna andare alla Misericordia a ritirarle. Ma io al governo non gli do niente, loro non mi danno niente e io non gli do niente”

    siamo rimontati in bici e tornati a casa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...