Raduni e cazzate pingoniane

Ci-wieni?

Buongiorno miei cari referendari,

un saluto a voi e ai vostri banchetti in tutta Italia.

Mi è stato affidato l’arduo compito di organizzare il prossimo raduno.

La direzione del blog vi propone una cena a fine novembre.

Diteci se per voi può andare bene, può andar male o semplicemente può non andare.

Attendo suggerimenti sul ristorante o “lochescion”, come dicono gli arricchiti.

Non iniziate con:

“Io ci ho la bambina con la rosolia, posso portarla?”

“Mi sono fatto l’amante cubana e non ho più soldi”

“C’è un treno che porta davanti al ristorante?”

“Se c’è Peppe io non vengo perché con la scusa di salutare mi tocca sempre il culo”

“Comunque la cacca la fa chiunque?”

“Quanti gradi ci sono ora a Milano? Metto il maglione o la canottiera? Avete un ombrello in più?”

“Posso venire con i colleghi di banchetto del referendum?”

“Porto un’amica zoccola per Mario”

Fateci sapere.

Ciao.

Pingon, of cors.

Annunci

Radun-azz-o. Riepilogo e saluti.

Signori e signore,

io purtroppo al raduno non potrò esserci. (gravi problemi familiari). Quanto sia incazzata/dispiaciuta non ve lo sto MANCO a dire…

Ripeto per tutti:

alle 18 al Ligera, via Padova 133 20127 Milano

quando sarete già mezzi ubriachi (alla faccia mia), vi dirigerete alla Bocciofila Caccialanza, via Padova 91 per la cena.

Un ringraziamento speciale a Marione e Peppone per l’organizzazione (ahahah la rima AHAHAH).

Vi saluto.

Pingon.

TITOLI DI CODA.

Miei cari,

la trattoria da Abele non accetta prenotazioni per più di 8 persone, quindi per evitare di lasciare Ciarli con il cane di Antonio a casa, la vostra Pingon ha seguito il consiglio di Peppe Pig e vi dà appuntamento alle ore 21 davanti alla

BOCCIOFILA CACCIALANZA

Via Padova 91.

https://plus.google.com/103020159538774291862/about?gl=it&hl=it

L’aperitivo, ore 18 in poi, sarà al

LIGERA

Via Padova 133.

http://www.ligera.it/

Ringraziamo tutti insieme Marione e Peppone per la collaborazione.

Statemi bene.

Per indicazioni stradali e parcheggi rivolgetevi a Michelin mappe o a Tuttocittà.it.

ARRIVEDERCI AL 29 E BUON VIAGGIO A TUTTI!

La Pingon.

Ps: Io arriverò intorno alle 15 in albergo. Mi trovate in Via Ugo Tarchetti 2 se avete bisogno di rompere l’anima a qualcuno.

Radun-mazzo: sunto del sunto del riassunto (Peppe viene, ma ne ero sicura). POI HO FINITO, GIURO.

Ho finito.

Abbiamo finito.

Ho letto tutti i vostri suggerimenti (cioè le rotture di coglioni di Peppe) e ho cambiato il ristorante.

Andremo alla

http://www.trattoriadaabele.it/

“La ricerca della Vecchia Milano a Milano è quasi una missione impossibile, che finisce spesso in luoghi ricostruiti ad immagine e somiglianza dei ricordi del passato. Ma la Trattoria da Abele è vero vintage, e non una parodia. Quasi d’obbligo ordinare  il risotto.

L’AMBIENTE: Viuzze alle spalle di Piazzale Loreto, ecco dove sorge dal 1979 – immutata – la Trattoria da Abele. Tavoli e sedie di legno spartano, boiserie verde bottiglia alle pareti, qualche quadro in bianco e nero (e foto osè fin de siècle), credenze della nonna un po’ polverose. Il servizio è cortese, informale, servizi di piatti “da casa” e bicchieri in Duralex. Immancabili le tovagliette in carta da macellaio, ma visto il conto sui 30 € (3 portate, bere a parte) si può definire un giusto compromesso.

COSA SI MANGIA: Il menù cambia quotidianamente (e lo si trova su Facebook) e vede sempre 3 o 4 antipasti di mare o di terra, affettati e formaggi à la carte di provenienza lombarda e friulana, 3 risotti dagli abbinamenti creativi, una carne rossa, una bianca, baccalà e selvaggina: lo schema del menù è numericamente sempre uguale a se stesso. Stracotti, polenta e goulash in inverno non mancano mai, in primavera e in estate la cucina segue la stagione degli ingredienti, ma resta difficile definirla light. Le porzioni sono abbondanti, i dolci fatti in casa. Piatti di verdura che sono un po’ più di semplici contorni, ottimo per i vegetariani; piatti per celiaci ben contrassegnati e sempre in carta.

PERCHÉ È VANITY: Nella guida I cento di Milano 2014, Joe Bastianich (lui, quello di Masterchef) lo consiglia come uno dei luoghi dove ama mangiare in città: perché «vi trasporta nella Milano degli anni Cinquanta non appena varcate la soglia». “

Preso da Vanity Fair, ma non commentate. GRAZIEEE.

Trattoria Abele la Temperanza
Via Temperanza 5,  Milano

E’ a due km e qualcosa dall’hotel, così non siamo distanti.

Recap:

Abbiamo fermato 4 camere: Io, Siberiana, Antonio e Andrea.

A cena siamo in 13: Io, Siberiana, Antonio, Andrea, Barbara, Laura più la comunista, Ciarli, Luigi, Peppone Pig, Marione, Antonella e Robbberto.

Chi è indeciso sulla cena, ci avvisi anche all’ultimo. Facciamo aggiungere un seggiolino al tavolo.

Si accettano suggerimenti per l’aperitivo, possibilmente vicino all’hotel o al ristorante.

Tanti baci

e mò basta. Fatevelo andare bene o partono i fanculi (I TACCHI IN TESTA DI PERSONA).

La Pingon

PS: IL RISTORANTE OGNI GIORNO PUBBLICA IL MENù SU FB. LA MATTINA DEL 29 VI PIAZZO QUA QUELLO DEL GIORNO COSì NON MI ARRIVATE IMPREPARATI ALLA CENA. ANZI, COSì NON INIZIATE A CHIEDERE AL CAMERIERE “SCUSI, IL PANE DI ALTAMURA CE LO AVETE?, “SCUSAM’, MA POSSO AVERE UNA PASTA IN BIANCO CHé IERI HO MANGIATO BROCCOLI E SONO DISTURBATO DI STOMACO?”, “SCUSI, NEL POMODORO C’è LA CIPOLLA?”, “SCUSI, è VERO CHE COMUNQUE LA CACCA LA FA CHIUNQUE?”. ECCO.

RADUN-AZZ-O (SUNTO DEL RIASSUNTO): PEPPE, SUN E MARCO SI TOCCANO IL PACCO A VICENDA.

Carissimi,

ci siamo.

Il ristorante scelto per il raduno è l’Osteria del treno, via San Gregorio 46. Milano.

http://www.osteriadeltreno.it/

Per quanto riguarda l’albergo, abbiamo scelto questo

http://www.nh-hotels.it/hotel/nh-milano-touring

Non lontano dal ristorante (ci facciamo una passeggiata).

Il buon Marione è riuscito a fermare per noi 5 CAMERE SINGOLE al prezzo di 74 euri (un affarone).

Ricapitoliamo:

CAMERE: Io, Siberiana, Antonio, Andrea. Mi sfugge qualcuno? Ripensamenti?

Attendiamo vostra conferma nei prossimi due giorni (Mario ha bisogno di una risposta definitiva).

Per il ristorante: Io, Siberiana, Antonio, Andrea, Laura, Mario, Ciarli, Antonella, Barbara, LA LIBRAIA COMUNISTA (CIT).

Chiedo a Sun, Luigi, Chicco conferma. Roberto? Peppe, vidi tu chi cazzu hai i fari…

Fateci sapere.

Baci,

la Pingon.

Radun-azz-o. Contamela che te lo conto (la presenza e il posto letto)

La direzione e il buon Marione hanno necessità di sapere quanti di voi parteciperanno al raduno di Milano, giorno 29 novembre 2014.

Vi prego di scrivere “Sì, ci sono” o “No, jatevenn’…”, zero cazzate.

Lunedì chiudo le iscrizioni e chi è fuori, è fuori.

Faremo un aperitivo, una cena e dopo andremo tutti a curcarci.

Il numero di partecipanti è indispensabile per capire dove andare a sbattere.

Grazie,

statemi bene.

La Pingon.

Radun-AZZ-o 29 novembre

Carissimi nullafacenti e carissime nullafacente,

la direzione del blog, nella persona della Pingon me medesima, come promesso a suo tempo al buon Marione, organizza il prossimo raduno transiberiano.

Ho deciso io, sempre molto democraticamente, che l’evento di portata nazionale e internazionale si terrà a Milano.

Perché Milano?!

Sta nel mezzo del nord, tutto lì. Quindi, se voi mi arrivate dal Veneto o dal Trentino, ce la fate in un giorno. Se io vi arrivo dal Piemonte, ce la faccio in un giorno. Se noi arriviamo dal centro, ce la facciamo in un giorno. Se essi mi arrivano dagli esteri, a Malpensa e Milano Centrale arrivano tutti i mezzi di aria e di terra, sempre in un giorno.

Perché un nuovo raduno?

Avremmo bisogno di discutere con voi di alcune questioni serissime e inerenti al blog. Quindi più siete, meglio è, meglio ancora staremo.

Per domande/dubbi/fanculi utilizzare questo post. Idem per le adesioni.

Ci contiamo e poi pensiamo ad una data precisa (io vi propongo inizio dicembre).

Per la sistemazione vi faremo sapere. In ogni caso una bettola dove ficcarvi tutti, la troviamo. In alternativa ci sarebbe il divano letto di Peppe, garantisco io sulla comodità del materasso (non chiedetemi di più, sono una signora riservata).

Bene,

rispondete numerosi.

Che il raduno sia con tutti voi e con il vostro spirito.

Ps: Non sono previste ammucchiate, camere condivise e udienze private con le siberiane.