Mese: novembre 2018

Parola di Stan

segnalato da Barbara G.

“Mettiamo le cose in chiaro. Il bigottismo e il razzismo sono tra le più letali malattie sociali che infettano il mondo di oggi. Ma, a differenza di un team di super-cattivi in costume, non possono essere fermati con un pugno sul naso, o con un colpo di pistola laser. L’unico modo di distruggerli è di smascherarli, rivelarli per ciò che sono. Il bigotto è animato da odio irrazionale, è uno che odia ciecamente, fanaticamente, indiscriminatamente. Se ce l’ha degli uomini neri, odia TUTTI gli uomini neri. Se una volta uno coi capelli rossi l’ha offeso, odia TUTTI quelli con i capelli rossi. Se qualche straniero ha ottenuto un lavoro a cui aspirava anche lui, se la prende con TUTTI gli stranieri. Odia gente che non ha mai visto – gente che mai conoscerà – con la medesima intensità, con il medesimo veleno.

Ora, non stiamo cercando di dire che è irragionevole per un essere umano provare disprezzo per un altro. Ma, sebbene chiunque abbia il diritto di non apprezzare un altro individuo, è totalmente irrazionale, palesemente folle condannare un’intera razza, disprezzare un’intera nazione, svilire un’intera religione. Presto o tardi, dovremo imparare a giudicarci l’un l’altro basandoci sui meriti di ciascuno. Presto o tardi, se l’uomo sarà mai degno del suo destino, dovremo riempire i nostri cuori di tolleranza. Perché allora, e solo allora, saremo davvero degni del concetto che l’uomo è creato a immagine e somiglianza di Dio, un Dio che ci chiama TUTTI figli suoi.

Pace e giustizia”

Stan Lee, 1968

Fonte: People